INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5007
Articoli visitati
4160548
Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 settembre 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

RENZI: UNA GRANDE OCCASIONE PERDUTA

Come ti cucino un avversario
mercoledì 7 dicembre 2016 di Silvana Carletti
Poteva essere il leader ideale: giovane, ricco di entusiasmo e voglia di fare, grande comunicatore, esperto di varie soluzioni economiche, padre di famiglia esemplare, eppure...... Dopo l’enorme successo ottenuto alle elezioni europee ove Matteo Renzi, fino allora sconosciuto, riuscì ad ottenere un risultato inaspettato e mai raggiunto prima da un partito che vedeva in lui la rinascita del nostro Paese distrutto da 20 anni di disastroso governo berlusconiano, ebbe inizio (...)


In risposta a:

RENZI: UNA GRANDE OCCASIONE PERDUTA

domenica 11 dicembre 2016

Gent.mo Dott. Pensa, sono d’accordo con le sue osservazioni.
Resto comunque convinta che accordarsi con Berlusconi o imitare le sue pessime performances sia deleterio per chiunque.
Soprattutto perché l’ex cavaliere ama adesso dirigere il teatrino della politica dietro le quinte, dal momento che non può più esporsi in prima persona....ed è pronto a qualsiasi compromesso pur di non rinunciare al potere politico per se stesso e per i suoi interessi personali.
Circa il contenuto della riforma costituzionale, lo trovavo affrettato, contraddittorio e mirato, soprattutto, a rinforzare il potere di un qualsiasi premier.
Spero di sbagliarmi, ma il Nazareno non finisce qui...
Basti pensare alla presenza costante di Verdini e alla sua nefasta ascesa nel parlamento e nei programmi futuri di Renzi.
Sono convinta, da sempre, di una intesa esistente, ahimè, tra Renzi e Berlusconi e non è certamente questo che vorrebbero migliaia di italiani che credono ancora in un partito che si oppone alla destra (Chiamiamolo così!)



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]