INFORMAZIONE
CULTURALE
Marzo 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4789
Articoli visitati
4042967
Connessi 14

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
24 marzo 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

REFERENDUM SULLE RIFORME COSTITUZIONALI

Superficialità, disinformazione, strumentalizzazioni
martedì 1 novembre 2016 di Giovanna D’Arbitrio
C’è molta confusione sul Referendum costituzionale, eppure la nostra Costituzione è senz’altro una garanzia di democrazia e libertà. Bisognerebbe informarsi bene, valutare ogni aspetto delle riforme costituzionali con grande serietà e votare poi senza subire condizionamenti. Intanto costatiamo che mentre il centro - sinistra è diviso, i partiti di destra, fino ad ora in conflitto tra loro, ritrovano una certa unità d’intenti proprio in vista del Referendum. (...)


In risposta a:

REFERENDUM SULLE RIFORME COSTITUZIONALI

mercoledì 2 novembre 2016

Gentile dott. Penza, la ringrazio per il suo interessante commento. Purtroppo non sono così ottimista come lei: questo Referendum sta spaccando l’Italia in due e… non ci voleva proprio in questo momento! Nel quadro di grave deriva etica della politica, sia a livello nazionale che internazionale (ad esempio elezioni in USA), credo che i partiti italiani stiano “giocando col fuoco”, incuranti delle sorti del nostro Paese. In verità in questo momento storico particolare, il bicameralismo perfetto mi sembra il pericolo minore. Ben altre sono le priorità! C’è stato un errore di partenza di Renzi nel “personalizzare” troppo il Referendum, un invito a nozze per l’Opposizione che ora lo strumentalizza per mandarlo a casa. Cosa rischiano in fondo la destra e i grillini? Nulla. Comunque vada alla fine ne usciranno vincenti: se dovesse vincere il No, tenteranno di mettere in difficoltà il governo generando instabilità politica, se dovesse prevalere il Sì, ne ricaveranno comunque dei vantaggi alla prossime elezioni, soprattutto se non si modifica in tempo la “legge elettorale”. In effetti in caso di una loro vittoria alle prossime elezioni, il Sì consegnerebbe ai grillini (forse onesti, ma inesperti), o alla destra (che in passato ha già prodotto danni), un Paese a ridotta sovranità popolare e un Premier e un governo molto più potenti che in passato. Per questo motivo ritengo che Renzi debba ribadire con forza che resterà al suo posto per il “Bene dell’Italia” fino alle prossime elezioni, anche se prevalesse il No. Sono una convinta democratica, odio estremismi e dittature sia di destra che di sinistra e credo nell’alternanza degli schieramenti politici al potere, ma ora sono davvero turbata da tanta superficialità e confusione! Tutti i partiti, se fossero responsabili e se pensassero più all’Italia che a se stessi, nell’interesse di stabilità e democrazia, dovrebbero solo collaborare su problemi gravissimi e prioritari, come terremoti, migranti, disoccupazione, lotta a corruzione, criminalità organizzata, terrorismo. E se poi il nostro sguardo si estende ad una visione internazionale, la preoccupazione aumenta nel costatare l’avanzata di partiti antidemocratici e razzisti in un mondo globalizzato che sta cancellando valori etici, diritti umani e civili, beni comuni. Ecco i motivi per i quali le modifiche a ben 47 articoli della Costituzione mi sembrano pericolose. Comunque le sono grata di questo prezioso, “libero” confronto di idee, ancora possibile in un paese civile e democratico. Giovanna D’Arbitrio



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]