INFORMAZIONE
CULTURALE
Maggio 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4885
Articoli visitati
4082983
Connessi 7

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
25 maggio 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

INSEGNARE CON PASSIONE

Riflessioni personali sul libro “Storia di una Professoressa”- Vauro Senesi- Edizione Piemme 2013
giovedì 1 maggio 2014 di Giovanna D’Arbitrio
Leggendo il libro di Vauro Senesi, “Storia di una professoressa”, mi è sembrato quasi di ripercorrere le tappe della mia vita di madre-insegnante, desiderosa di contribuire alla crescita umana e spirituale di tanti ragazzi attraverso istruzione, formazione, educazione: un lavoro quotidiano duro e impegnativo da me vissuto con un profondo coinvolgimento, in modo “viscerale” per l`amore materno riversato sugli alunni, ma anche con professionalità e grande senso civico (...)


In risposta a:

INSEGNARE CON PASSIONE

sabato 26 aprile 2014

La mia cara amica Lucia mi ha chiesto di inserire il suo commento all’articolo. Eccolo: "Cara Giovanna, ho letto il tuo bellissimo articolo, "INSEGNARE CON PASSIONE", che ha risvegliato anche in me tanti ricordi, accompagnati dalle difficoltà di cui parli. E’ stato un periodo, soprattutto negli anni ’60, di grandi difficoltà perché insegnavo a Molella che, come tu sai, è una piccola frazione dove allora mancava di tutto. E’ stata proprio la passione, avendo avuto in quegli anni due portatori di handicap, ad iniziarmi allo studio della fisiopatologia e così ho preso il diploma di specializzazione. In seguito, a causa delle mie corde vocali che ogni tanto mi rendevano rauca, negli ultimi sedici anni lavorativi, dopo la visita al Celio e il riconoscimento della malattia per cause di servizio, mi fu proposto di passare in biblioteca, ma risposi che preferivo restare nella Scuola e che pertanto, essendo munita del titolo specifico, sceglievo l’insegnamento ad personam con i disabili, servendomi sia della collaborazione delle colleghe che dell’aiuto di microgruppi formati da allievi. Non avrei mai rinunciato alla gioia di stare con i ragazzi! Ti abbraccio e ti rinnovo i miei complimenti per quello che hai scritto! Lucia



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]