INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5057
Articoli visitati
4179265
Connessi 1

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 ottobre 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Navigazione

Inviare un messaggio

In risposta a:

FENOMELOGIA DI UN FENOMENO

Mario Monti è peggiore di Silvio Berlusconi?
lunedì 6 febbraio 2012 di Andrea Comincini
La caduta del governo Berlusconi, nello scorso dicembre, ha suscitato in molti concittadini la gioia più sfrenata: caroselli di auto, trenini umani, cori da stadio hanno accompagnato il corteo che lo vedeva arrivare dal presidente Napolitano per consegnare le dimissioni. Il suo successore, il Professor Monti, scelta mirata della Presidenza della Repubblica, con il suo stile sobrio e pacato, ha infuso nella maggioranza degli italiani una piacevole serenità ed orgoglio. Finita l’era (...)


In risposta a:

FENOMELOGIA DI UN FENOMENO

domenica 12 febbraio 2012

La ringrazio delle sue osservazioni, ma non comprendo bene, rileggendo il mio articolo, dove io abbia negato l’orrore berlusconiano. io ho fatto una distinzione antropologica fra Monti e Berlusconi, la quale vede il secondo soccombere senza dubbio, per i motivi da Lei elencati. dal punto di vista economico, però la manovra di Monti non mi appare giusta (opinione personale). Berlusconi non ha potuto fare le riforme perchè andava a scontrarsi con gli interessi dei suoi stessi parlamentari, e perchè non ne aveva voglia, visti i calcoli elettorali.inoltre il paese si sarebbe versato in piazza. E’ ben diverso dal dire che non le ha fatte perchè - come Berlusconi afferma - non aveva abbastanza potere. è chiaramente una scusa ridicola, ed io non l’ho mai sostenuta nell’articolo nè altrove! resta il fatto che non ha fatto riforme strutturali, non ha riformato le pensioni ecc. Meglio, perchè non le avrebbe fatte in ottica socialdemocratica, ma come Monti, ovvero in ottica liberista.
"FACEVA IL PREMIER A TEMPO PERSO": mi scusi, ma dove avrei negato una citazione che non ho trattato? dove avrei negato i danni fatti da berlusconi? sono felice quindi che non si meravigli, e mi solleva sapere che la Sua coscienza non sia stata dominata dalla propaganda, ma se vuole veramente farmi una cortesia, non mi arruoli fra i berluscones senza motivo... distinti saluti



Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Login] [registrati] [password dimenticata?]