Rubrica: PASSATO E PRESENTE

VITE PARALLELE: CITTADINI E POLITICA

E che il 2021 possa essere un anno migliore!
martedì 15 dicembre 2020

Argomenti: Attualità

Mi è venuto in mente Lorenzo il Magnifico che fu definito. "ago della politica italiana", poiché riuscì a gestire delicati equilibri in un’ Italia rinascimentale divisa in molti stati. Oggi, invece, nel corso di una tragica pandemia e una devastante crisi economica, ci sono politici, come Renzi ed altri, che appaiono sempre più impegnati a fare e disfare governi.

Sembra che la politica attuale si allontani sempre più dai cittadini: due mondi paralleli che seguono strade diverse, senza più punti d’incontro. Ho pensato ad un mio articolo scritto diversi anni fa “Vite Parallele, cittadini e politica e purtroppo dopo tanto tempo, alcuni passaggi sono drammaticamente attuali. Eccoli: “É strano constatare come la nostra vita venga scandita da eventi privati che scorrono parallelamente a quelli pubblici e come essi si susseguano e scivolino via veloci, come sabbia tra le dita.

Giornate frenetiche, trascorse tra problemi quotidiani da risolvere, allarmanti notizie diffuse da giornali e TV a tutte le ore: siamo tutti là, davanti alla televisione per cercare di capire, di scoprire la verità. Noi, i comuni mortali, quelli non addentro “nelle segrete cose”, ci stiamo preoccupando per la crisi economica, per i nostri risparmi che rischiano di svanire, per il futuro di tanti giovani meridionali che lavorano al Nord o all’estero e che ora rischiano di perdere il posto.

Quanti dibattiti su tutte le reti televisive tra politici che litigano continuamente, invece di pensare a risolvere insieme la difficile situazione economica che minaccia il paese! Ora non fanno altro che parlare in TV e cercare di accaparrarsi il potere sull’informazione. Senza dubbio sarebbe auspicabile che invece di litigare, si preoccupassero di rendere più efficaci le leggi a tutela della libertà di pensiero e di parola contro le possibili prevaricazioni da parte di qualche gruppo sugli altri, evitando in tal modo intrighi politici di vario genere.

JPEG - 8.8 Kb
Lorenzo il magnifico

E così , purtroppo, accade che si genera un pericoloso “distacco” dell’elettorato dal mondo politico che appare fazioso, aggrappato a privilegi e poltrone: i cittadini italiani si sentono soli ed indifesi, veramente molto lontani dai politici, soprattutto qui al Sud dove le persone oneste non ritengono affatto di essere supportate”.

Insomma sembra che oggi più che mai la politica sia dominata e guidata dall’ego di singoli anziché dalla ricerca del BENE della collettività, dimenticando i reali problemi, anche se (più che in altre nazioni) il nostro Paese si trovi in una situazione drammatica, aggravatasi in seguito alla pandemia.

E se arriveranno finalmente i miliardi del recovery fund, saranno in grado i politici italiani di impiegarli bene e risolvere i gravi problemi contingenti? Si discute sulla cabina di regia, ma solo per accaparrarsi il potere di orientare le decisioni? E ci sono le competenze per gestirli?

Sono tutti progetti ad alto contenuto innovativo e tutto dovrebbe essere gestito nel rispetto di costi, tempi e obiettivi, sperando che i paesi europei più ricchi sappiano davvero mettere da parte i loro egoismi e mostrare maggiore solidarietà in futuro.

Ci auguriamo, inoltre, che un giorno possano sedere in parlamento persone con cultura e titoli, competenze e un’ età adeguata all’alto compito da espletare e… in particolare con una fedina penale pulita.

Ed infine lo ripeto da anni e lo affermo ancora una volta: “É L’UNIONE CHE FA LA FORZA”, sia per il Bene dell’Italia che dell’Europa. E comunque, malgrado tutto, Buon Natale, mia cara Italia, e che il 2021 possa essere un anno migliore!

Giovanna D’arbitrio.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore