Rubrica: EDITORIALI

FESTIVAL DI SANREMO 2020

UN GRANDE SUCCESSO
domenica 9 febbraio 2020

Per circa una settimana, il Festival di Sanremo ha incentrato l’attenzione di tutti i media e degli spettatori del nostro Paese e non solo: gli Italiani hanno dimenticato o messo da parte per qualche giorno, tutti i problemi grandi e piccoli che, da tempo, disturbano e rendono difficoltoso l’intero andamento economico, sociale, lavorativo e, di recente, di salvaguardia della salute di un’intera nazione.

Se ciò ha permesso una piacevole ripresa psicologica a chi (e sono molti) segue con assiduo interesse, protrattosi fino a tarda notte, un evento coinvolgente, al “risveglio” da una allegra festa della musica che ogni anno si ripete e si rinnova, ci si trova nuovamente di fronte ai problemi di ogni giorno.

Così, forse, l’impatto con la quotidianità può risultare più faticoso da affrontare…

A parte ciò, quest’anno il Festival che compie 70 anni, è risultato molto piacevole, divertente, con molte sorprese e novità, con partecipazione di ospiti illustri e, soprattutto, con la conduzione elegante, misurata e molto comunicativa di Amadeus, conduttore apprezzato e applaudito dal pubblico in sala e dai media, quasi all’unanimità.

Meno convincente, secondo me, la continua “esaltazione” dell’omosessualità come è avventa a Sanremo nei discorsi di Tiziano Ferro, nei numerosi travestimenti di alcuni cantanti, nei baci tra uomini, perchè essendo essa “normale”, non dovrebbe affatto aver bisogno di essere continuamente lodata, sottolineata, diffusa in ogni modo, dal momento che il “normale” è “normale”, come l’eterosessualità. Eccedendo nella diffusione di insistenti messaggi che ricercano approvazione e riconoscimento da parte di tutti, si rischia, a mio parere, di cadere nell’effetto opposto, facendo apparire come “straordinaria” una scelta sessuale libera e, soprattutto, normale.

Punti di vista…

Resta il fatto che il Festival di Sanremo è un grande evento che fa onore al nostro Paese e che ogni anno ci riserva un meritato successo artistico che permette all’Italia di essere ai primi posti nel panorama musicale mondiale. Ancora oggi, “Volare” di Domenico Modugno viene tradotta in tutte le lingue ed è stata, per anni, prima in classifica nella hit parade di tutto il mondo.

Di seguito, la classifica finale dei vincitori:

La classifica finale di Sanremo 2020 vede al primo posto Diodato, che ha vinto con la canzone “Fai rumore”. Il secondo classificato di Sanremo è stato Francesco Gabbani, vincitore dell’edizione del 2017, con “Viceversa”, mentre terzi sono arrivati i Pinguini Tattici Nucleari con “Ringo Starr”. Sono stati esclusi Bugo e Morgan, squalificati dopo la quarta serata.

Foto dal sussidiario.it



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore