Rubrica: LETTURE CONSIGLIATE

TUTTA COLPA DI MARIA

di MARA FUX
lunedì 16 dicembre 2019

Quando un programma tv di successo entra inconsciamente nella nostra vita.

Il libro di Mara Fux edito da Prospettiva Editrice è un racconto in cui l’autrice, in gran parte, si riconosce.

E’ la narrazione di un periodo della sua esistenza in cui la protagonista, Livia, si trova a fare i conti con il passato, o, meglio, con dei segreti impenetrabili della sua famiglia sempre considerati tabù da accettare senza approfondire o cercare di discutere.

Dominante è la figura del nonno Enrico, un importante personaggio nel mondo dell’impresa cinematografica, molto noto e benestante che, inaspettatamente, lasciò la famiglia per amore di una segretaria con cui condivise il resto della sua vita.

Queste vicende furono sempre tenute nel massimo riserbo nei confronti di figli e nipoti: un argomento da non affrontare mai, dato l’estremo disprezzo condiviso da tutti per l’imperdonabile comportamento del Signor Reich, bandito inesorabilmente da tutta la parentela e successivamente deceduto senza poter aver avuto alcun contatto con i suoi congiunti.

Livia, una donna moderna e molto impegnata nel lavoro di public relations nel mondo dello spettacolo, moglie e madre felice e nipote del suddetto Enrico, probabilmente influenzata da un programma televisivo di grande successo in cui si dà la possibilità di incontrare e rivedere famigliari e conoscenti persi di vista per i motivi più svariati, con tanto di lacrime e commozione, si mette alla ricerca di notizie su questo “nonno” di cui lei è stata privata e di cui ha sempre sentito la mancanza.

Con testardaggine e puntigli cerca di rintracciare Carla, la donna per cui Enrico abbandonò la sua famiglia: una ragazza allora giovanissima che, probabilmente, secondo Livia, esisterebbe ancora…

Tutto il racconto si incentra sulla graduale scoperta di indizi, notizie, incontri con questa donna che riuscirà a far rivivere idealmente, la figura del nonno scomparso ad una nipote che, alla fine, ritroverà una parte del suo trascorso, colmando vuoti affettivi che le impedivano una serena visione della vita.

Inoltre, tra le righe, traspare il desiderio inconscio che accomuna tutti noi di ritorno al passato, alle origini, all’infanzia che non deve avere lati oscuri o intoccabili.

Il pregio di questo libro è nello stile scorrevole, leggero e piacevole, descrittivo di una quotidianità in cui ognuno di noi può riconoscersi, unito ad una progressiva curiosità che accomuna scrittrice e lettore, sullo sfondo di una vita moderna, dinamica, molto diversa da quella di anni or sono, non più basata su pregiudizi, remore, falso perbenismo, ma finalmente libera di esprimersi in tutte le sue sfaccettature.

E’ forse questo il desiderio profondo che spinge Livia ad infrangere vecchi stereotipi in nome di una più allargata visione dei rapporti umani?

Certamente si e, a questo punto, viene spontaneo ammettere:

“Tutto merito di Maria”…

P.S.

Recentemente a Mara Fux è stato assegnato il Premio Speciale della Giuria per la categoria Romanzi Editi della VIII edizione del Premio Letterario Città di Ladispoli



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore