Rubrica: QUADRIFOGLIO

I PREZIOSI TESORI ETRUSCHI ALLA CENTRALE MONTEMARTINI

mercoledì 14 agosto 2019

Argomenti: Mostre, musei, arch.

Dall’11 luglio al 2 febbraio 2020 in mostra le opere recuperate grazie all’Arma dei Carabinieri

La mostra si propone, di esporre al pubblico le caratteristiche delle lastre dipinte etrusche e dei frammenti architettonici a stampo dalla ricca policromia, restituite al pubblico e alla comunità scientifica degli studiosi dall’azione di contrasto dell’illegalità dai Carabinieri e dalla diplomazia culturale del Mibac.

JPEG - 39.9 Kb
Frammento con cigno

Attraverso l’articolato percorso espositivo, la mostra vuole offrire una chiave di lettura il più possibile esaustiva dei reperti esposti, cercando di restituire al meglio a questi frammenti decontestualizzati dal mercato clandestino, una serie di preziose informazioni che permettano a queste rare testimonianze archeologiche di offrire nuovamente il loro inestimabile contributo alla conoscenza della storia della produzione artistica dell’antica Cerveteri etrusca all’apice del suo splendore culturale.

All’inizio del 2016 i Carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale hanno recuperato a Ginevra un’ ingente quantità di reperti sottratti illegalmente all’Italia. Insieme a vasi figurati della Magna Grecia e a statue romane è stata rinvenuta una straordinaria serie di lastre parietali e di frammenti architettonici Etruschi dalla vivace policromia, accumulati in frantumi in decine di casse, senza più alcun ordine coerente.

JPEG - 27.8 Kb
Delfini

Possiamo ammirare le terrecotte dipinte etrusche recuperate, suddivise per temi e tipologie: imprese di Ercole e altri miti, la danza, gli atleti e guerrieri, i contesti, le terrecotte architettoniche. Possiamo ammirare anche vasi attici a figure nere e rosse appartenenti alla collezione Castellani dei Musei Capitolini normalmente non esposte al pubblico, e scelti per analogia tematica.

La mostra vuole anche rappresentare, con una sezione appositamente dedicata, il dovuto riconoscimento, nel cinquantenario della sua istituzione, all’infaticabile attività svolta dal comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, impegnato quotidianamente nella sua azione di contrasto al traffico illegale di opere d’arte nel nostro paese. Si tratta di preziose testimonianze di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, in gran parte esposte per la prima volta al pubblico della Centrale Montemartini. Una mostra ben allestita e di grande suggestione artistica.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore