INFORMAZIONE
CULTURALE
Gennaio 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4207
Articoli visitati
3744502
Connessi 1647

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
SPETTACOLI E COSTUME
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
22 gennaio 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: SPETTACOLI E COSTUME


INQUINAMENTO ACUSTICO: PROBLEMA TRASCURATO

domenica 8 ottobre 2017

Segnala l'articolo ad un amico

 

Si parla spesso di inquinamento dell’aria, delle acque, della natura in genere, anche se i rimedi sono scarsi ed inefficienti e non si è fatto e non si fa mai abbastanza.

Si trascura, però, il problema dell’inquinamento acustico che, di giorno in giorno diventa sempre più grave.

Basti pensare ai rumori delle auto e dei mezzi di trasporto con marmitte non in regola , per non parlare poi delle micidiali “macchinette” guidate da giovanissimi spericolati che modificano volontariamente i tubi di scarico della propria autovettura e corrono all’impazzata sulle nostre strade, rischiando la propria incolumità e quella degli altri.

Difficilmente vengono multati, perché sfrecciano a velocità ipersonica, disturbando anche l’udito di chi si trova nei paraggi. E che dire delle discoteche, dei luoghi di ritrovo notturno dei ragazzi, aumentati a dismisura con la movida?

Raramente si rispettano orari stabiliti dalla legge e si obbligano i residenti dei dintorni a non dormire, fino al punto di doversi trasferire altrove.. Mi hanno riferito che, nei pressi della zona Cassia-Due Ponti, una discoteca è aperta, il sabato sera, fino alle ore 6 del mattino e i rimbombi della musica vengono percepiti dagli abitanti della zona, incessantemente, nonostante i continui reclami a chi di dovere..

Non solo: lavori di ristrutturazione, idraulici ecc. non rispettano quasi mai gli intervalli mattutini e pomeridiani, provocando litigi tra condomini, spesso con finale drammatico.

Manca, certamente, un po’ di buonsenso e di educazione e, soprattutto, rispetto reciproco. In questo modo, la vita, specie nelle grandi città, diventa sempre più difficile, se non, insopportabile.



 



Forum