INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2017



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4075
Articoli visitati
3709558
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
SPETTACOLI E COSTUME
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-17 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
18 novembre 2017   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: SPETTACOLI E COSTUME


AMERICAN DREAM AND THE SANDBOX AL TEATRO SAN GENESIO

martedì 16 maggio 2017

Segnala l'articolo ad un amico

 

The Rome Savoyards and Plays in Rome
Presenta

Tributo a Edward Albee

The American Dream & The Sandbox

Spettacolo in lingua inglese

Regia di Sandra Provost

Dal 23 al 28 maggio
Teatro San Genesio

Nell’ambito della rassegna di teatro in lingua originale inglese al Teatro San Genesio, dal 23 al 28 Maggio va in scena un tributo al grande e controverso drammaturgo americano Edward Albee, scomparso recentemente, con la messa in scena di due atti unici tragicomici tra i più noti della sua vasta produzione, The American Dream e The Sandbox. Lo spettacolo presentato dalla compagnia filantropica e di lingua inglese Plays in Rome/The Rome Savoyards è diretto da Sandra Provost e interpretato da Carolyn Gouger, Rishad Noorani, ShelaghStuchbery, Edoardo Camponeschi e Fabiana De Rose.

Entrambi gli atti unici The Sandbox e The American Dream, scritti rispettivamente del 1959 e 1961 e non a caso, spesso rappresentati assieme, hanno importato negli Stati Uniti il Teatro dell’Assurdo, in particolare di Jonesco e Beckett, esprimendo nella dialettica dei personaggi la crisi del ‘Sogno Americano’. Un sogno che con il suo ottimismo, fiducioso impegno, investe la cultura americana del dopoguerra trasformando sempre più la sua forza programmatica iniziale in enfasi e culto dell’apparire.

Ciò dà origine a una sorta di ‘doppio’ del Sogno, quello iniziale fondato su ideali di libertà, democrazia, lavoro per tutti, nonchè sulla costruzione di un mondo reale a essi corrispondente, e la sua degenerazione in un successivo ‘Sogno’ di bassi ideali utilitaristici, arricchimento arrivismo prestigio supremazia economica e sociale.

I personaggi dell’opera attestano tale crisi attraverso la perdita di valori, di razionalità. La loro banalità si fonda su un’occulta ferocia, latente sotto le preoccupazioni fatue assunte come decisive, ma che in realtà affiora in situazioni verbali e lessicali tali da tradire un oscuro magma di grottesco horror. La scrittura scenica, tragicomica, si avvale dell’incrocio di linguaggi diversi: teatrale, televisivo, cinematografico. (Rif. Allì Caracciolo).

Un’analisi onesta e schietta, umoristica e diretta e ancora molto attuale della crisi di valori di una società.

Tue to Fri, 31 January, 1, 2, 3 February 2017 at 20.30
Sat and Sun 4 and 5 February 2017 at 17.30
Tickets full 15€, reduced 13€ (groups and seniors, members of Plays in Rome association), reduced 10€ (students and children)

Bookings and info playsinrome@yahoo.com; Tel: 347-8248661



 



Forum