INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2021



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5834
Articoli visitati
4592358
Connessi 1995

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
19 ottobre 2021   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

SHORTCUT

NON TUTTE LE STRADE PORTANO A CASA
martedì 20 aprile 2021 di Comunicato Stampa



Segnala l'articolo ad un amico

un film di Alessio Liguori

Dopo essere stato il primo film italiano, dopo La vita è bella, ad entrare nella top ten del box office americano, SHORTCUT, distribuito da Minerva Pictures, si prepara a conquistare la Russia in cui uscirà in 140 schermi dal 22 aprile. Nato dalla produzione italiana indipendente Play Entertainment, diretto da Alessio Liguori e scritto da Daniele Cosci, il film aveva debuttato in Italia lo scorso agosto sulle principali piattaforme VOD. È una storia di amicizia e coraggio con ambientazioni noir e misteriose. Racconta quella delicata fase di passaggio nell’adolescenza, quella fase della vita in cui l’immaginazione e le paure più ancestrali stanno per lasciare spazio a un mondo concreto fatto di responsabilità, relazioni e valori indissolubili. Tra gli interpreti Jack Kane, Zak Sutcliffe e Pedro Minghella.

SINOSSI

Shortcut racconta la storia di Nolan, Bess, Reggie, Queenie e Karl (tutti di 13 anni) un gruppo di giovani adolescenti, in Italia in vacanza studio con le loro famiglie. Un giorno, decidono di uscire per una gita. È quasi buio, mentre stanno rientrando. L’autobus è guidato dal "vecchio" Josy. Tutto sembra andare liscio, fino a quando qualcosa di inaspettato lo costringe a deviare lungo una strada secondaria. Qui fanno il loro incontro con un’entità non identificata che gli sbarra il percorso. Sembra un uomo accovacciato, ma non lo è. Josy scende dall’autobus per spostarlo e continuare il viaggio, ma viene ucciso. A quel punto, i ragazzi, terrorizzati, rimangono soli e senza aiuto. Tutti gli smartphone si bloccano inspiegabilmente. Sono minacciati da questa creatura notturna che vive nell’oscurità e che vuole assorbire le loro energie vitali. Per i ragazzi è il momento di dire addio all’infanzia. Ora devono imparare a sopravvivere alla notte.