INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2021



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5767
Articoli visitati
4547777
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
24 giugno 2021   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

CARNEVALE ROMANO

Nei dipinti di Pimen Nikitich Orlov
venerdì 12 febbraio 2021 di Comunicato Stampa

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Ostrogozhsk (Russia), 1812 - Roma, 1863

Cari Amici,

desideriamo con questa rubrica approfondire di volta in volta un dipinto particolare della nostra collezione e la sua storia.

Ci occupiamo oggi di un quadro in tema con il prossimo carnevale:

La festa dei moccoletti, l’ultima notte di Carnevale a Roma

Pimen Nikitich ORLOV

Ostrogozhsk (Russia), 1812 - Roma, 1863

Il Carnevale a Roma costituiva una delle feste più gioiose della città e uno degli spettacoli più ammirati dai viaggiatori stranieri.

La festa dei ’moccoletti’ si svolgeva l’ultima notte del Carnevale ed era forse il momento più tipico dei festeggiamenti: l’appuntamento che rendeva diverso il Carnevale romano da quello di ogni altra città.

Uno spettatore d’eccezione dell’evento fu Wolfgang von Goethe che vi assistette nel 1788 lasciandone un ricordo memorabile nel suo ’Viaggio in Italia’: “.. I balconi lungo il Corso si adornano di lampioni..tutti espongono le loro torce dalle finestre ..Per strada ognuno si fa dovere di portare un ’moccolo’ acceso cercando di spegnere il lume avversario ”.

JPEG - 34.7 Kb
Carnevale romano di Pimen Nikitich Orlov

Tutto il popolo senza distinzione di censo, partecipava a questa festa collettiva fino a quando il suono dei campanili delle chiese suonava l’Avemaria e il Carnevale cessava per far posto alla Quaresima.

Il pittore russo Pimen Nikitich Orlov partecipò al Carnevale del 1859, lasciandoci questo gioioso e raffinato dipinto che coglie l’attimo in cui una coppia di giovani si diverte a spegnere i reciproci moccoletti.

La scena è ambientata su di un balcone di fronte alla chiesa di San Carlo al Corso.

Nel logo: Via del Corso: la festa dei moccoletti di I.Caffi