INFORMAZIONE
CULTURALE
Gennaio 2021



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5552
Articoli visitati
4472175
Connessi 5

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
18 gennaio 2021   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

TUTTI CONTRO TUTTI (A PRESCINDERE)

di Exalibur
domenica 3 gennaio 2021

Argomenti: Politica


Segnala l'articolo ad un amico

Mentre l’Europa intera, se non il mondo, è in enorme difficoltà nel superare il nemico n° 1 del momento e si sta organizzando nella difficile distribuzione dei vaccini, c’è chi, non smette un solo istante di demolire il governo attuale che, per una forzata impreparazione dovuta alla “novità” di un dramma universale, cerca di fare del suo meglio per uscire fuori da questa immane tragedia.

Facile e comodo criticare l’avversario, promettendo mari e monti di sicurezza, di celerità negli aiuti, di salvataggio economico, di impossibili miracoli.

A tale scopo, si incentivano media, si urla e si blatera ad ogni istante, si indicono raccolte di firme di sfiducia, promettendo agli Italiani una miriade di benefici, di cambiamenti, di salvataggi impossibili.

In tutta sincerità, mi augurerei di vedere questi “salvatori della patria” al governo, intenti a trasformare il nostro Paese in un eden di benessere, mentre cercano contatti con un’Europa cui si sono sempre opposti e con un’America che ha cambiato di recente presidente e governo.

In democrazia c’è libertà di espressione, ma mistificare di continuo la realtà, gridare allo scandalo, rifiutare ogni possibile accordo in un momento tra i più drammatici della storia, è deplorevole.

Il tutto, come avviene sempre in momenti difficilissimi, per chiunque, da superare, al solo scopo recondito, ma illusorio, di appropriarsi del comando e delle poltrone cui nessuno, ripeto nessuno, di qualsiasi colore o partito, riesce a rinunciare.

Historia docet.