INFORMAZIONE
CULTURALE
Novembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5483
Articoli visitati
4445618
Connessi 9

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
25 novembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

MERCATINO BORGHETTO FLAMINIO INAUGURAZIONE

26° STAGIONE. DOMENICA 6 SETTEMBRE
giovedì 3 settembre 2020 di Comunicato Stampa

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

Al rientro dalle ferie, cosa vi è di meglio da fare, se non una visita al Mercatino Borghetto Flaminio che riapre domenica prossima? Un momento di rinnovato relax prima di immergersi nel consueto lavoro e nel vortice della città...Una visita interessantissima tra i banchetti che offrono ogni tipo di mercanzia: dai gioielli, ai quadri, agli abiti, agli occhiali, agli oggetti di antiquariato e così via. Un ritrovo elegante e raffinato che, da sempre, si distingue per varietà di articoli e popolarità.

Il Mercatino del Borghetto Flaminio “Garage Sale-Rigattieri per Hobby” Piazza della Marina 32 – Roma Creativitalia Tel. 065880517 – 065817308 – 065810734 Email: borghetto.flaminio@hotmail.com Domeniche di Settembre: 6 – 13- 20-27 (Orario 10-19)

Il Mercatino del Borghetto Flaminio, un’istituzione da 26 anni, in questa lunga estate è mancato molto ai tanti romani che lo annoverano ormai tra quei tradizionali riti della domenica da non perdere per nessun motivo. Un divertente appuntamento dove, tra una contrattazione e un piccolo affare, espositori e habitué sono ormai diventati amici.

DOMENICA 6 SETTEMBRE si festeggia la riapertura della 26° stagione con il trionfo del MADE IN ITALY. Tra i banchi, pezzi vintage, abiti e accessori che hanno fatto la storia della moda italiana. Dalle borse e le cinture di Gucci d’antan e l’effetto trompe-l’oeil di Roberta di Camerino, le scarpe di Prada dall’inconfondibile design e lo stile bon ton di Ferragamo, le giacche di Armani anni ’80, i vestiti con le colorate stampe di Emilio Pucci e Versace, le prime baguette di Fendi.

Domenica prossima, sarà dunque il giorno dell’attesa riapertura, nel rispetto delle norme di sicurezza per tutelare gli espositori e i visitatori. Tutti gli stand saranno posizionati con le distanze richieste dalla normativa. Obbligatoria la mascherina per tutti, mentre gli igienizzanti per le mani saranno a disposizione all’ingresso e nei banchi. Nel reparto abbigliamento, un vaporizzatore igienizzerà gli abiti e gli accessori esposti.

STORIA:

Il tradizionale Mercatino del Borghetto Flaminio a piazza della Marina 32, torna con gli appuntamenti dedicati agli appassionati di vintage, bric-à-brac, modernariato e antiquariato tutte le Domeniche di Settembre (6-13-20-27) dalle ore 10 alle 19 nei suoi gazebo all’aperto e padiglioni al coperto con tanti stand pieni di oggetti rari e curiosità. Nella miscellanea multigenerazionale di espositori si trovano pezzi unici ed eterogenei: vestiti della scorsa stagione magari messi “solo una volta”, caftani ricamati e kimoni giapponesi dal mood contemporaneo, scatole di latta old fashion, dischi in vinile, souvenir di viaggio (narghilè orientali, babbucce marocchine, scarpe minorchine, zoccoli olandesi, sculture di legno africane, pashmine e cavigliere indiane, collane di pietre dure brasiliane), stravaganti bijoux americani, piccoli elettrodomestici di modernariato, foulard di seta firmati, cravatte anni Settanta. In un tripudio di colori, molto altro ancora come borse griffate di ogni foggia e modello, cult-movie introvabili altrove, bomboniere kitsch e regali di nozze riciclati, strumenti musicali, murrine veneziane, servizi da tè di porcellana, posate inglesi, vasi di vetro soffiato di Murano, vecchie bottiglie di profumo, cappelliere da viaggio, borse, valigie e bauli dei viaggiatori del Gran Tour. E ancora monete, medaglie e libri rari, pipe da collezione, decorazioni e onorificenze primi Novecento, corredi della nonna e vecchi merletti, poncho e scialli shabby-chic lavorati all’uncinetto, macchine fotografiche, le prime Barbie, cornici e stampe, t-shirt, jeans e felpe made in Usa, fusioni in bronzo, specchiere, quadri e stampe inizio secolo, fotografie anni Venti e cartoline della vecchia Roma, autografi e foto dei divi del passato e curiose chincaglierie di ogni genere. Per un rapido lunch, all’interno del mercatino, “Er Cimotto”, il foodtruck con tavolini all’aperto dello storico ristorante romano Checco Er Carrettiere tra tramezzini, pizzette e menu’ del giorno esclusivamente con ingredienti bio e a Km0.

Il Mercatino del Borghetto Flaminio ospita spesso Onlus e associazioni benefiche.

JPEG - 15.1 Kb
Paolo Tinarelli ed Enrico Quinto

Ideato 26 anni fa dai collezionisti di abiti storici Enrico Quinto e Paolo Tinarelli, il Mercatino è un ricercato souk occidentale, un animato mercato delle pulci che nel tempo, come per i “flea market” di Parigi, Londra, Amsterdam, Istanbul, Hong Kong e New York, è diventato un immancabile rendez-vous domenicale. Tra i tanti fan romani e turisti, in un mix trasversale e cosmopolita, anche celebrity americane da Cher a Diane Keaton, volti noti dello spettacolo tra cui Renzo Arbore, Riccardo Scamarcio, Yvonne Sciò e Michele Mirabella, aristocratici, intellettuali, scrittori e manager - tra gli assidui Giuseppe Scaraffia e Luca Montezemolo - artisti, influencer o creativi come Alessandro Michele. L’idea di diventare rigattiere per un giorno affascina ogni settimana centinaia di persone – gruppi di amiche e signore salottiere - che si mettono in fila per prenotare il proprio stand e disfarsi così di tutto ciò che ingombra armadi, soppalchi, cantine e garage .

Un servizio di fattorini è a disposizione degli espositori.

Il costo di uno stand è di 92 euro (Iva inclusa), prenotabile dal martedì al giovedì (orario 10.30-13.00 / 14.30-17.00) ai numeri di Creativitalia: 065880517 – 065817308 – 065810734 o la domenica pomeriggio direttamente al Borghetto Flaminio.

Il biglietto d’ingresso al pubblico è di Euro 1,60.