INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5450
Articoli visitati
4432882
Connessi 4

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
26 ottobre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Frullati dalla Cina (Newton Compton editori)

LA CINA VISTA NELLE SUE RECENTI TRASFORMAZIONI

Un saggio esemplare
martedì 20 maggio 2008 di Carlo Vallauri

Argomenti: Mondo
Autore del Libro : James Kinge


Segnala l'articolo ad un amico

Tra i tanti saggi disponibili sulla Cina trasformata e rinnovata si segnala questo libro di James Kinge, che da oltre 25 anni si occupa, con precisa documentazione, dell’emergere delle tigri asiatiche.

Frullati dalla Cina (Newton Compton editori) – come reca il sottotitolo “L’ascesa di una nazione affamata” – illustra come quella immensa nazione sia riuscita ad imporsi a livello mondiale grazie alle riforme che hanno consentito di utilizzare al massimo le risorse di base, alle quale la nuova dirigenza ha aggiunto, con meticoloso sforzo, mezzi modernissimi. Così si è giunti – sin dal 1985 – ad un paese con oltre 350 milioni di possessori di cellulari e cento milioni di partecipi della rete Internet.

L’autore conosce bene le diverse regioni della Cina, campagne e centri urbani, ne mette in rilievo lo straordinario sviluppo industriale, il ruolo centrale assunto a livello internazionale. Spiega i caratteri della strutture economiche e politiche, sottolinea le tendenze via via affermatesi sia nella vita pubblica che in quella privata. Il superamento delle condizioni di fame e di abbandono in cui languivano e perivano milioni di persone permette oggi di dar vita ad un rapido processo di modernizzazione reso possibile dalla sterminata riserva di manodopera dai nuovi specializzati nei vari settori della produzione più aggiornata. In particolare risalta in questa dettagliata ricerca l’alto grado di abilità acquisita nel campo tecnologico. Kinge esprime al riguardo “grande ammirazione”.

I nove capitoli si susseguono in una esposizione chiusa, centrando, punto per punto, gli aspetti più significativi, ripercorrendo le tappe di un presente che affonda su una realtà in movimento sin dall’inizio del Novecento, ma per tanti decenni soffocata prima dalla guerra poi dalle successive vicende logoranti la popolazione, portando oggi la Cina alla Cina di oltrepassare la Gran Bretagna e diventare la quarta potenza economica, anche se quanto a reddito medio annuo è ancora a livelli bassi. L’esplosione demografica giunta al punto di 1 miliardo e 300 milioni di abitanti è testimonianza di una spinta che spiega, al limite, la discussa misura di freno imposta con provvedimenti draconiani per ogni famiglia, attraverso limitazioni che – secondo la visione della vita dell’occidente – costituiscono autentiche forme di oppressione umana e civile.

Le reti commerciali cresciute negli ultimi decenni hanno modificato sostanzialmente le possibilità di esistenza per tutti i cinesi. L’autore riporta dati impressionanti sui risultati raggiunti, messi a confronto con le esperienze europee e occidentali in genere. Lo sguardo si allarga agli aspetti strutturali, politici, bancari con le facilitazioni nel sistema statale per dare credito a tassi agevolati e i passi da gigante compiuti sul terreno tecnologico, anche se in questo specifico ambito non mancano ritardi: la carenza della protezione della proprietà intellettuale viene indicata quale esempio di tali limiti.

A differenza di certi giornalisti che spesso trattano gli stessi temi senza approfondimenti, Kinge esaurisce, argomento per argomento, con ricca indicazione di dati e riflessioni.