INFORMAZIONE
CULTURALE
Agosto 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4984
Articoli visitati
4143886
Connessi 10

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
15 agosto 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

CRACOVIA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA GASTRONOMICA 2019

di Laura Testa
lunedì 22 luglio 2019

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

L’Ente Nazionale Polacco per il Turismo ha festeggiato il riconoscimento all’Ambasciata di Polonia con la serata-evento “Assaggi di Cracovia”

All’interno del fastoso giardino della residenza dell’Ambasciatore della Polonia a Roma, Mr Szymon Wojtasik, l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo ha celebrato il prestigioso riconoscimento, conferito dall’Accademia Europea della Gastronomia, con la serata-evento di degustazione Assaggi di Cracovia – Un viaggio nella Capitale Europea della Cultura Gastronomica 2019 che si è si è svolta il 18 luglio, nei giardini dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia a Roma.

Nel segno di un percorso di conoscenza della cultura gastronomica del capoluogo della regione Małopolska - in italiano la Piccola Polonia, una delle regioni storiche della Polonia, che forma la parte meridionale del Paese - la serata ha visto la partecipazione dei responsabili del progetto per la Capitale Europea della Cultura Gastronomica dal Municipio di Cracovia e degli chef Michal Cienki e Wiktor Kowalski di ART, uno dei ristoranti storici e più premiati di Cracovia, che hanno interagito con gli ospiti in un cooking show costruito su un menù iconico della tradizione locale. Al loro fianco, Federica Piersimoni, influencer che di recente ha visitato Cracovia e conosciuto da vicino il suo universo gastronomico, e Giulio Rossi, fondatore di ricettedellanonna.net. Entrambi, con l’aiuto degli Chef, si sono cimentati nella realizzazione delle portate che contestualmente sono state servite agli ospiti.

“Sono felice per il successo dell’evento e ringrazio tutti i nostri ospiti per aver condiviso questa serata di festa. Così come ringrazio l’Ambasciata di Polonia per la preziosa collaborazione. Da mesi stiamo comunicando l’universo della cucina polacca attraverso la campagna on-line #Polognam, e questo momento conviviale è stato l’occasione per uscire da un contesto virtuale e per aiutare il pubblico italiano a scoprire qualcosa di più dei sapori della Polonia. ART, uno dei ristoranti d’autore storici di Cracovia, ci ha aiutato a fornire uno sguardo fresco sulla nostra cucina che negli ultimi anni si sta reinventando, attingendo ad antiche tradizioni e ai prodotti locali per proporre dei piatti che riflettono la varietà culturale e naturalistica del territorio, l’eleganza della cucina dell’antica capitale della Polonia e le sue varie influenze storiche.”, ha commentato Barbara Minczewa, Direttrice dell’Ente Nazionale Polacco per il Turismo.

Durante la serata è stato annunciato anche il vincitore del contest della campagna social #Polognam, promosso dall’Ente Nazionale Polacco per il Turismo e dal sito ricettedellanonna.net. La food blogger Ramona Pizzano, ingegnere trentatreenne di Avellino, appassionata di dolci e fotografia e creatrice del blog Farina Lievito e Fantasia, si è aggiudicata questa sfida legata alla gastronomia. Per vincere un viaggio in Polonia in qualità di food reporter, ha realizzato il chlodnik, una zuppa fredda con barbabietole, cetrioli freschi e ravanelli, che ha condiviso su Instagram con l’hashtag #polognam e la menzione a @polonia.travel.it.

Il Municipio di Cracovia ha, inoltre, deciso di premiare con un riconoscimento speciale fuori concorso i migliori pierogi, i famosissimi ravioli a forma di mezzaluna tipici della città che rappresentano uno dei piatti polacchi più apprezzati al mondo. Il premio, un viaggio a Cracovia nel 2020 come ospite della Municipalità, è stato attribuito al blog 2 amiche in cucina. Cracovia, l’antica città dei re, è la più dinamica fra le realtà gastronomiche della Polonia. Un “laboratorio” dove la creatività e l’innovazione stanno contribuendo a valorizzare la tradizione e la storia della cultura del cibo dell’intero Paese.

Capitale della Polonia dal 1038 al 1596, la città è capoluogo della regione più ricca di prodotti tradizionali, IGP e DOP della Polonia – la Małopolska, Piccola Polonia – e gode di una straordinaria ricchezza del territorio. La cucina regionale viene sempre più apprezzata anche all’estero e i migliori chef locali prendono spunto dalla tradizione per ripensare in modo creativo i sapori che contraddistinguono questa terra.

I formaggi DOP (il noto oscypek, la redykolka, la bryndza), le carni (come la carne d’agnello della regione di montagna, il Podhale, o la salsiccia lisiecka), le mele di Lack, le prugne di Sechna, i fagioli “Piekny Jas” e molti altri prodotti hanno acquisito negli ultimi anni una nuova identità e vengono proposti in modo innovativo, tentando anche i palati più esigenti. Cracovia sta vivendo una rinascita anche dal punto di vista della ristorazione. Ne sono testimoni le migliori guide di settore: nella guida Michelin sono elencati 26 ristoranti della città, nella Gaullt et Millau quasi il doppio, 8 ristoranti vengono raccomandati dall’associazione Slow Food.

Al successo di Cracovia in ambito gastronomico contribuisce anche il contesto, quell’atmosfera unica che sa di antica capitale con un nucleo storico e artistico ancora intatto. Nelle strade e nei vicoli storici di Cracovia, soprattutto nel suo centro medievale (patrimonio UNESCO), lungo la Vistola o nel quartiere ebraico Kazimierz, le pietanze hanno tutto un altro sapore che si accompagna al profumo della storia.