INFORMAZIONE
CULTURALE
Giugno 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4929
Articoli visitati
4098945
Connessi 15

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
16 giugno 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

LE GEOMETRIE IMPOSSIBILI DI ACHILLE PERILLI

18 giugno – 27 luglio 2019
martedì 4 giugno 2019 di Comunicato Stampa

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Musei di San Salvatore in Lauro, Roma

“Dopo ‘Forma 1’, dopo la pittura degli anni Cinquanta, l’idea della geometria irrazionale è stata una direzione di lavoro. Questo tipo di ricerca nasce con le avanguardie storiche, le radici sono nell’universo di Paul Klee o in quello del belga Georges Vantongerloo che si dissolveva con la geometria, oppure nei costruttivisti russi, da Tatlin a Lissitskij. Sono dei punti di riferimento. I miei punti di riferimento”.

Così il pittore italiano Achille Perilli, nato a Roma il 28 gennaio del 1927, ha introdotto “Geometrie Impossibili”, la sua mostra che verrà inaugurata a Roma, il prossimo 18 giugno, all’interno dei Musei di San Salvatore in Lauro, nel Complesso Monumentale del Pio Sodalizio dei Piceni. Mostra organizzata da “Il Cigno GG Edizioni” e curata da Luca Barsi, che conta un’esperienza di oltre trent’anni nell’arte moderna e contemporanea e ha un particolare interesse verso i movimenti artistici sorti dagli anni Cinquanta in poi.

Seconda tappa espositiva di un iter iniziato nel 2018 con il Museo Statale dell’Hermitage di San Pietroburgo e che, dopo Roma, avrà il suo seguito al Museo Estorick Collection of Modern Italian Art di Londra e proseguirà poi in altri quattro sedi istituzionali italiane.

“Geometrie impossibili” indaga le esperienze artistiche e culturali di Achille Perilli, grande Vecchio dell’arte italiana e riporterà alla luce – sei mesi dopo “Abstract Art in Italy” l’esposizione dell’Hermitage – la grande mole di documenti che testimoniano i rapporti con grandi personalità del XX secolo, fino ad ora gelosamente custoditi nel suo archivio.

In mostra 60 lavori a tecnica mista su tela, scelti tra un’ampia rosa di opere realizzate indagando sulle infinite forma della geometria, dalle prime esperienze del 1968 fino ad arrivare alle ultime opere dove il colore, unito ad una sapiente gestione delle masse e degli spazi, delinea una ultima evoluzione del concetto di geometria ed un ribaltamento della prospettiva dalla quale il Maestro osserva e codifica la realtà. Presenti anche le opere di grandi dimensioni (3 metri per 2) che Perilli ha realizzato tra i primi anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta.

OPERE IN MOSTRA Tra i dipinti in mostra, alcuni capolavori come “Diable de dios” (1969), “Tutto Jing tutto Jang”, (1971), “Dialectique du hazard” (1979), “Dedans dehors” (1983), tutti realizzati su monumentali tele 3 metri per 2, “Amour bel oiseau” (1992) e “La sinuosa carne” (1996). Tra le opere più recenti, alcune opere del 2009 e 2010: “La teoria dell’assurdo” (120cm x 120 cm, 2009) e “Quadro per la Biennale di Venezia” (200cm x 200cm, 2010).

Scheda Tecnica

Titolo: Achille Perilli. Mostra retrospettiva
A cura di:Luca Barsi
Luogo:Musei di San Salvatore in Lauro, Roma (p.zza San Salvatore in Lauro, 15)
Organizzazione: Il Cigno GG Edizioni
Date:18 giugno 2019 – 27 luglio 2019
Inaugurazione:18 giugno 2019, ore 19.00
Catalogo:“Il Cigno GG Edizioni”

Info: Il Cigno GG Edizioni - 06 6865493 redazione@ilcigno.org

Ufficio Stampa “Il Cigno GG Edizioni”: Paolo Signorelli - 3337509031 paolosigno@hotmail.it