INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5056
Articoli visitati
4178731
Connessi 16

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
18 ottobre 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

BAILANDO A LA VIDA AL TEATRO CIACK

di ALESSANDRO CANZONI
giovedì 7 marzo 2019

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

La recente mostra di Milano ci ha permesso di riscoprire una grandissima artista, Frida Kahlo, che a tutt’oggi, esercita un enorme fascino non solo per le sue opere, ma per aver combattuto con grande coraggio le avversità di una vita, a dir poco, drammatica.

“Oltre il mito”: il titolo dell’esposizione che metteva in risalto come l’esistenza umana possa entrare direttamente in un dipinto con tutta la sua verità fatta di sofferenza, di forte personalità, di amore per la propria terra. Più di cento quadri che, il più delle volte, rappresentano la propria persona o altre donne antesignane dell’uguaglianza femminile che si esprime attraverso un evidente messaggio simbolico fatto di vivaci colori solari.

Anche il teatro ha voluto rendere omaggio a questa donna straordinaria che trovò un motivo di salvezza nella musica, soprattutto nel flamenco, come testimonia lo spettacolo andato in scena ieri sera al Teatro Ciack di Roma, dedicato interamente alla celebre pittrice messicana.

“Bailando a la vida” di Manfredi e Gelmetti ci permette di conoscere a fondo l’anima di Frida tramite il canto e la danza, il flamenco, che accompagnano i ricordi della sua esistenza: atmosfera musicale straordinaria che rievoca il suo grande amore per Diego Rivera, la privazione della maternità e il dramma della malattia.

Uno spettacolo unico, davvero originale ed emozionante interpretato ottimamente da Ester Bucci e dallo stesso Gelmetti. Con i protagonisti, l’Ensemble Sergio Varcasia alla chitarra, Anna Rita Rosarillo (voce), Paolo Monaldi (Percussioni).

Grande successo di pubblico e di critica per un lavoro teatrale di grande effetto che coinvolge ed emoziona.