INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4577
Articoli visitati
3933113
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
21 ottobre 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

GRANDE SUCCESSO DI LUCA BARBAROSSA

ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
sabato 30 giugno 2018 di Silvana Carletti

Argomenti: Arte, artisti


Segnala l'articolo ad un amico

Atmosfera magica ieri sera alla Cavea dell’Auditorium: sotto un cielo stellato con qualche nuvola, l’aria fresca della notte, in un mix di musica e sentimento, sul palco appare un artista straordinario capace di coinvolgere ed emozionare profondamente il numeroso pubblico presente.

Luca Barbarossa, il famoso cantautore che passa dal melodico al popolare-romanesco con estrema bravura, presenta il suo ultimo spettacolo, tappa conclusiva del tour teatrale “Roma è de tutti”.

Questo nuovo lavoro racchiude esperienze passate e recenti riguardanti la sua vita e quella di molti di noi: dalla periferia con tutti i suoi problemi di sopravvivenza, alle più moderne esigenze gastronomiche di cui il brano “la dieta” rappresenta l’espressione più intensa e poetica.

Accompagnato da Maurizio Mariani al basso, Alessio Graziani alle tastiere, Piero Monterisi alle percussioni, Francesco Valente alla chitarra, Luca ha eseguito per intero tutti i successi del Concept album contenente undici brani, accompagnato da interpreti famosi, quali Fiorella Mannoia per “Roma è de tutti”, Mannarino per “Madur”, Ambrogio Sparagna e Anna Foglietta, la giovane attrice rivelatasi eccellente cantante che lo aveva accompagnato anche nell’esibizione di Sanremo.

Non mancano poi ricordi legati alla sua carriera: dalla vittoria di Castrocaro del 1980, fino al trionfo di Sanremo 1991 con il celebre “Portami a ballare”, brano che conclude la serata all’Auditorium.

Applausi ripetuti e standing ovation finale per un artista eccellente che porta nel cuore soprattutto la sua città di cui lamenta l’attuale cambiamento negativo, ma che ama profondamente, da romano verace, figlio di una Roma ahimè sparita, ma che può tornare a risplendere.