INFORMAZIONE
CULTURALE
Agosto 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4523
Articoli visitati
3893181
Connessi 12

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
10 agosto 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

ACCADE ANCHE QUESTO

da un nostro lettore
mercoledì 16 maggio 2018 di Silvana Carletti

Argomenti: Società


Segnala l'articolo ad un amico

Si fa sempre una grande campagna per l’utilizzo di mezzi di trasporto cittadini, per evitare ingorghi di auto, problemi di parcheggio, inquinamento ed altro ancora.

La realtà di Roma, però, è molto diversa.

Il signor E.C. ci scrive che il giorno 9 maggio, alle ore 10, ha atteso per 55 minuti il passaggio dell’autobus N° 223 sulla Via Cassia ove, alla fermata in cui si trovava ad attendere, in quel lasso di tempo, sono passati soltanto 2 autobus: il 301 e il 201….

Era una giornata piovosa e molti passeggeri si lamentavano per il cattivo funzionamento del sistema Atac.

Non solo: al ritorno, in via Maresciallo Pilduzsky , ai Parioli, alle ore 12, lo stesso passeggero ha dovuto attendere più di 40 minuti lo stesso autobus per ritornare a casa…

Ci chiede e si chiede: “Come possono fare i cittadini che devono recarsi al lavoro in orario?”

E’ possibile che il flusso dei mezzi di trasporto sia così malmesso e che non funzioni come sarebbe necessario in una metropoli come Roma?

Non abbiamo risposte in merito….Anche perché il problema, mai risolto, fa parte, ahimè, della “storia” della nostra città.

foto: grafireni.it