INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5493
Articoli visitati
4448828
Connessi 10

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
3 dicembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

NELLA SEPARAZIONE IL DISOCCUPATO PUO’ ESSERE CONDANNATO AL MANTENIMENTO DI MOGLIE E FIGLI?

Famiglia
mercoledì 17 gennaio 2018

Argomenti: Diritto


Segnala l'articolo ad un amico

Lui ha una nuova compagna e solo grazie all’aiuto di lei tira avanti: le prove sono le dichiarazioni fiscali dalle quali si evince l’assenza di reddito e l’attestazione da parte del centro per l’impiego della ricerca di lavoro e dello stato di disoccupazione.

Provata l’indisponibilità finanziaria, una pronuncia in relazione al mantenimento della ex e dei figli potrebbe apparire improbabile, ma non è così.

Infatti l’obbligo dei genitori di concorrere al mantenimento dei figli non può essere eliminato per il solo fatto della disoccupazione e ben può essere fissato in misura sostenibile sulla base delle capacità lavorative del genitore e della possibilità di reperire occupazione retribuita anche saltuaria.

Certo non ci si può limitare a valutazioni astratte o ipotetiche, ma è indispensabile considerare ogni fattore concreto, sia individuale che ambientale.

Così ad esempio se lui è giovane in salute e ha “una professionalità sempre richiesta, quale quella dell’idraulico, settore che non conosce crisi”, il giudice può presumere che questi svolga lavoro “in nero” o disponga di pregressi “accantonamenti” o comunque possa bene “adattarsi a reperire altro lavoro”.