INFORMAZIONE
CULTURALE
Marzo 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5278
Articoli visitati
4322516
Connessi 16

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
28 marzo 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

IL MISTERO DELLE PIRAMIDI IN FONDO AL MARE


mercoledì 25 ottobre 2017 di Manuela Angiolini



Segnala l'articolo ad un amico

Non è fantascienza: uno studioso americano, Scott.C.Waring afferma che nell’Oceano Atlantico, sotto le Bahamas si trova un sito archeologico inimmaginabile e risalente al periodo dei Maya o degli Atzechi.

In particolare, si troverebbero due piramidi larghe 100 metri ed alte 60 non lontane dalla costa e che assomigliano a costruzioni messicane di antica memoria.

Secondo l’esperto, famoso studioso di alieni, risalirebbero a circa 100 milioni di anni or sono e potrebbero essere state costruite anche da alieni, sbarcati sulla terra moltissimi anni fa.

Per questo motivo, la loro esistenza non sarebbe stata propagandata dal Governo, per non creare panico o false notizie.

Il mistero continua: nel frattempo, Waring ha pubblicato le coordinate del sito che si può visitare tramite Google.

Il fascino dell’universo e dei suoi segreti non smette di coinvolgere migliaia di persone e, ogni qual volta vengono avvistate strane luci nel cielo o fenomeni inspiegabili dalla scienza umana, il pensiero si rivolge subito a creature extraterrestri che abiterebbero altri pianeti.

A questo proposito, film, documentari, media in genere, non ci hanno risparmiato episodi e storie fantascientifiche che fanno sognare, anche ad occhi aperti, giovani e meno giovani.