INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5428
Articoli visitati
4426286
Connessi 12

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
30 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

BANG… CHE BOTTA!! Al Teatro Euclide


mercoledì 15 marzo 2006

Argomenti: Teatro


Segnala l'articolo ad un amico

La Compagnia Teatrale diretta da Vito Boffoli ha presentato, al teatro Euclide, una comicissima commedia, dal significativo titolo: “Bang..che botta!”. In effetti, il colpo in testa provocato da un vetro saliscendi di una finestra, genera dolori e guai a non finire.

Che cosa può succedere ad un deputato che deve partecipare ad una importante seduta notturna alla Camera e che si trova a combattere, invece, con l’amante, con il marito di questa, con la moglie arrivata all’improvviso per fargli una sorpresa e un’avvenente cameriera? Ma questo non sarebbe nulla, se non si aggiungesse a tutto ciò, un cadavere o presunto tale, un direttore premuroso e onnipresente e un ineccepibile portaborse, chiamato in soccorso, ma che finirà per complicare le cose.

Tanti attori sulla scena, tutti bravissimi e divertenti che si muovono animatamente tra una moltitudine di equivoci, di bugie, di travestimenti. Una storia complicata e molto dinamica che si accentra sul protagonista: un eccezionale Gianluca Boffoli, deputato disinvolto e preoccupato più delle sue donne che della politica. Tra gli attori, ricordiamo, oltre a Boffoli, autore anche delle musiche, Pepi, Federico Toro, Alessandra Fabiano, Pierluigi Lettera, Renzo Imboinise, Emanuela Cavazza, Marco Chenevier e Patrizia Barbieri. Da non perdere.

SILVANA CARLETTI