INFORMAZIONE
CULTURALE
Ottobre 2017



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 1883
Brevi on-line  2156
Articoli visitati
3699155

Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
CINEMA
SPETTACOLO E COSTUME
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-17 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
1 ottobre 2017   e  
22 ottobre 2017



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


DIRITTO ALLA SALUTE: QUESTO SCONOSCIUTO

Lo Stato tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti.
domenica 1 ottobre 2017 di Silvana Carletti

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

L’articolo 32 della nostra Costituzione parla molto chiaro, ma come avviene per altri diritti del cittadino (lavoro, giustizia ecc.) spesso non se ne tiene conto.

Le cronache quotidiane sono piene di casi di malasanità, ma ciò che preoccupa di più è la rinuncia alle cure che molti italiani sono costretti a fare per mancanza di mezzi economici. Si calcola che quest’anno siano circa 12 milioni…

Parliamo di ticket che non accennano a diminuire, di visite mediche urgenti, di analisi costose per le quali si deve attendere, a volte, più di un anno e di cure odontoiatriche cui è quasi impossibile accedere. Così molti di noi trascurano la salute e si trovano all’improvviso ad affrontare mali irreparabili.

JPEG - 15.4 Kb
PRONTO SOCCORSO DI NOLA

Sono aumentate, ad esempio, le setticemie che, probabilmente, potevano essere prevenute con controlli ad hoc; i tumori che, nonostante diverse iniziative pubbliche e private, tardano ad essere presi nella dovuta considerazione: il tutto il più delle volte dovuto a mancanza di tempo e di denaro.

Non parliamo poi degli ospedali cui è difficile accedere con facilità, tanto che alcune volte malati di pronto soccorso, hanno atteso il loro turno distesi a terra su giacigli di fortuna.

Dal momento che vari settori vitali risentono di trascuratezza, di mancanza di attenzione da parte del Governo in un periodo di gravissima crisi del nostro Paese, mentre per altre leggi meno urgenti (come quella elettorale) si lavora a tempo pieno e con grande sollecitudine, sarebbe auspicabile cercare di risolvere prima problemi più urgenti ed importanti riguardanti la sanità, la sicurezza, il lavoro, la scuola per non parlare delle emergenze quali terremoti ed inondazioni che vanno a rilento…

JPEG - 72.6 Kb
PTTOBRE: MESE DELLA PREVENZIONE TUMORI

Anche se ci continuano a dichiarare che il nostro Parse “è in ripresa”, mancano i fatti e le certezze che rendono sempre più difficile una normale sopravvivenza.