INFORMAZIONE
CULTURALE
Luglio 2017



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 1859
Brevi on-line  2073
Articoli visitati
3666627

Connessi 6

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
CINEMA
SPETTACOLO E COSTUME
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-17 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
1 luglio 2017   e  
22 luglio 2017



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


A PROPOSITO DELLO IUS SOLI

Editoriale Luglio 2017
sabato 1 luglio 2017 di Silvana Carletti

Argomenti: Attualità
Argomenti: Opinioni, riflessioni


Segnala l'articolo ad un amico

E’ diventato l’argomento del giorno con discussioni e dispute anche molto vivaci in Parlamento, mentre problemi e soluzioni molto più urgenti avrebbero bisogno, per lo meno , della stessa attenzione.

Parliamo delle questioni economiche del nostro Paese, dei voucher, della disoccupazione, degli scandali giornalieri, del timore di attentati, dell’immigrazione e potrei continuare ancora……

Ora, sembra proprio che lo ius soli sia la questione più importante, da risolvere al più presto, in un momento di pre- vacanze estive che si è dimostrato, negli anni, il più favorevole per approvare leggi e leggine scomode.

Sorge quindi il dubbio che, dietro questa urgenza, si nasconda un insolito interesse politico in vista delle future elezioni; non si può negare infatti che una tale approvazione procurerebbe un grande introito di voti da non sottovalutare.

JPEG - 101.4 Kb
PARLAMENTO ITALIANO

E le altre questioni drammatiche che attendono da molto tempo una risposta? Che fine hanno fatto?

E’ iniziata la ricostruzione nei centri danneggiati, o meglio, distrutti dal recente terremoto? Si è fatta qualche riforma per l’abbassamento dell’IRPEF promesso da tempo, è migliorata la sanità, sono stati ridotti i costi e i compensi delle varie caste?

Quello che più offende il popolo italiano ridotto in massima parte in miseria con un picco a dir poco “mostruoso” di differenza tra povertà e ricchezza riservata solo a pochi eletti,(il più delle volte favoriti nelle contestazioni fiscali), è la scarsissima considerazione che alcuni politici hanno dell’intelligenza degli Italiani che, ahimè, il più delle volte per rassegnazione, non sono più in grado di reagire a tante furbesche escamotages e preferiscono…. tirare a campare.

A proposito del tanto contestato diritto alla nostra cittadinanza per chi è nato e cresciuto nel nostro Paese, il mio pensiero è che non si debba agire meccanicamente, ma valutare caso per caso questa possibilità, tenendo conto anche di quanto sia complesso e controllato negli altri stati, questo iter: parliamo degli Stati Uniti, della Svizzera, del Principato di Monaco e così via.

JPEG - 27.8 Kb
Terremoto recente

A mio modesto parere, in un momento di estrema insicurezza generale, sarebbe meglio rimandare a tempi migliori questo argomento e occuparsi, piuttosto, della “sopravvivenza” degli Italiani la cui condizione di vita peggiora di giorno in giorno.