INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5419
Articoli visitati
4421660
Connessi 4

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
20 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


FABRIZIO CORONA: ANCORA TU?

Il condono fiscale c’è già? - La legge è uguale per tutti ! Qualche osservazione.
martedì 1 novembre 2016 di Silvana Carletti

Argomenti: Attualità
Argomenti: Giustizia


Segnala l'articolo ad un amico

Il Fatto Quotidiano: Fabrizio Corona arrestato, “scarceratemi, ho ammesso i soldi in nero” (vedi).

In un periodo, a dir poco drammatico per il nostro Paese, l’attenzione di moltissimi Italiani è ancora concentrata su Fabrizio Corona, un uomo che ha commesso dei reati più o meno gravi, ma che, a differenza della maggior parte dei condannati che scontano pene senza alcuna considerazione e pietà (a volte si tratta addirittura di persone innocenti), una volta ottenuta la scarcerazione, ha ripreso a condurre una “dolce vita” a suon di soldoni che accuratamente ha provveduto poi a nascondere in maniera romanzesca.

Ma dove è finito il periodo dedicato ai servizi sociali? Ma è giusto che un condannato esca di prigione e si dia alla pazza gioia?

JPEG - 8.6 Kb
Fabrizio Corona

Non solo: una volta rimesso in libertà, non ha perso tempo a comportarsi in maniera, certamente discutibile con il fisco e con le tasse.

Nessuno pensa ai milioni di persone tartassate dalle imposte, costrette a vendersi qualsiasi bene per pagare mutui, bollette, prestiti, cambiali e via dicendo, colpite da una Equitalia senza pietà; il tutto per cifre che, rapportate ai denari di Corona, fanno ridere…o, meglio, piangere.

Ciò che fa più impressione, comunque, è la solidarietà e il fanatismo di molti italiani per un personaggio, a dir poco, ambiguo che continua ad affascinare migliaia di persone: segno inconfondibile e oltremodo triste di una stupidità diffusa e di una mancanza totale di morale e di buonsenso che, aumentando di giorno in giorno, porterà il nostro Paese allo sfacelo.