INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5427
Articoli visitati
4425292
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
28 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Rubrica: EDITORIALI


UNA TRAGEDIA CHE SI POTEVA EVITARE ?

Riflessioni sul terremoto del 24 agosto 2016 negli Appennini del centro Italia
venerdì 2 settembre 2016 di Silvana Carletti

Argomenti: Attualità


Segnala l'articolo ad un amico

Non ci sono parole adatte a descrivere il dolore, la disperazione, l’angoscia di questi giorni dovuti alla distruzione di interi paesi, di famiglie, di bambini, di anziani causata dal fortissimo terremoto che ha colpito regioni quali il Lazio, l’Umbria e l’Abruzzo.

Sicuramente, in tempi normali, si sarebbero dovute prendere precauzioni e provvedimenti che avrebbero, se non altro, abbassato il livello di mortalità delle popolazioni colpite dall’ennesimo sisma.

Non ci vogliamo prolungare in ulteriori descrizioni, numeri, foto, contestazioni e quant’altro, in un momento di sincero cordoglio generale, di pietà e di solidarietà verso chi ha perduto tutto.

Pubblichiamo la lettera che un vigile del fuoco, un eroe di nome Andrea, ha depositato sulla piccola bara di Giorgia la quale, con il suo corpicino, ha salvato la vita della sorellina Giulia, perché sia di monito a chi dimentica, a chi specula sulle disgrazie altrui e a chi non provvede in tempo a necessità estreme di sopravvivenza.