INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4663
Articoli visitati
3977847
Connessi 8

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
14 dicembre 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Il Grande Mare - Storia del Mediterraneo-(Edizioni Mondadori 2013)

IL MARE FRA LE TERRE, CUORE PULSANTE DEL VECCHIO MONDO

Un poderoso e dettagliato testo storico di David Abulafia
domenica 1 maggio 2016 di Giovanna D’Arbitrio

Argomenti: Storia
Argomenti: Recensioni Libri
Autore del Libro : David Abulafia


Segnala l'articolo ad un amico

David Abulafia, influente storico inglese di origine ebraica, docente di Storia del Mediteranneo all’Università di Cambridge, membro del Gonville and Caius College e della Briritish Academy, per i suoi studi sulla storia italiana e mediterranea, nel 2003 è stato insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine della Stella della solidarietà Italiana.

Tra i suoi libri in edizione italiana, particolarmente interessante si rivela senz’altro “Il Grande Mare” in un’epoca in cui il Mediterraneo è drammaticamente sospeso tra Oriente e Occidente per gli imponenti flussi migratori, i massacri, le guerre e gli interessi economici e politici del mondo globalizzato.

Nella presentazione della casa editrice si legge quanto segue: “Da sempre il Mediterraneo - il ’mare fra le terre’ - è stato un crocevia di popoli, culture, lingue, religioni, che ne hanno fatto il cuore pulsante del Vecchio Mondo. A segnare la storia del ’grande mare’, il nome con cui era noto nella tradizione ebraica, non sono stati, secondo lo storico britannico David Abulafia, il clima, i venti o le correnti, ma gli uomini (navigatori, mercanti, missionari, condottieri, crociati, pellegrini, pirati) che mettendo in contatto le regioni più remote di questo vasto bacino, lo hanno reso forse il più dinamico luogo di interazione tra società diverse sulla faccia del pianeta.

JPEG - 8.5 Kb
David Abulafia

Anziché richiamarsi a un’astratta e statica identità mediterranea, l’autore pone l’accento sul cambiamento di un mare che nel corso dei millenni ha visto sorgere e tramontare imperi e civiltà, teatro di feroci battaglie per il monopolio politico e commerciale, e che infine, prima con la scoperta della rotta atlantica e poi con l’apertura del canale di Suez, ha perso sempre più importanza nelle relazioni e nei commerci internazionali, per trovare la sua nuova e insospettata vocazione nel turismo di massa e diventare, più recentemente, il complesso scenario di incessanti flussi migratori”.

Dedicato dall’autore alla memoria dei suoi antenati e da lui stesso presentato con una prefazione e un’introduzione, il “Il Grande Mare” è diviso in 5 parti: 1) il primo Mediterraneo (22.000-1000a.C); 2) Il secondo Mediterraneo (1000a.C.-600d.C); 3) il Terzo Mediterraneo (600-1350); 4) il quarto Mediterraneo (1350-1830); 5) Il quinto Mediterraneo (1830-2010).

Al centro di questa grande ricostruzione storica, non ci sono solo eventi e personaggi di grande rilievo, ma anche figure che in altri testi non vengono nemmeno citati, come l’emissario egiziano Unamon (XI sec.) e la sua missione marittima nella città fenicia di Biblo, oppure il rabbino spagnolo Beniamino da Tudela che attraversò “il grande mare” per andare in Terrasanta nel 1160 e tanti episodi storici meno noti che rendono la lettura più avvincente ed interessante.

Il libro è ricco di belle illustrazioni, molte pagine di note esplicative per ciascuna delle sue 5 parti, fonti iconografiche e letture consigliate, elenco dei nomi. Un testo davvero completo sotto tutti gli aspetti.

Ecco un video in cui l’autore presenta il suo libro in una conferenza tenuta in Italia.

https://www.youtube.com/watch?v=z_Ir7JpWWSU