INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2018



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 4666
Articoli visitati
3979307
Connessi 11

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
15 dicembre 2018   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Nel Cuore della Guerra: testimonianza di un reduce delle guerre del Congo (StreetLib 2016) Formato EPUB

Un reduce dalla guerra del Congo

La testimonianza di Chris Kalenge in fuga da un paese in fiamme.
venerdì 1 aprile 2016 di Andrea Comincini

Argomenti: Mondo
Argomenti: Recensioni Libri
Autore del Libro : Chris Kalenge


Segnala l'articolo ad un amico

Il dramma che investì il Ruanda circa vent’anni fa è stata una delle poche esperienze condivise anche dal distratto cittadino occidentale. Il famoso film “Hotel Rwanda”, interpretato da Don Cheadle nel 2004, ha rivelato le atrocità commesse nei confronti di una parte della popolazione su di un’altra, con l’unica sconvolgente motivazione di aver diviso il popolo in due razze inesistenti.

Nonostante il clamore di quella guerra, pochi sanno che la stessa tragedia è stata vissuta anche dalla Repubblica democratica del Congo, ed ha schiacciato la sua gente per un lungo periodo.

JPEG - 8.3 Kb
Chris Kalenge

Il Congo, una terra bellissima devastata da saccheggiatori e mercanti di morte, appartiene alle realtà troppe volte dimenticate, per cinismo e ipocrisia, a cui bisognerebbe invece prestare attenzione.

Ci aiuta in questa esperienza, guidandoci personalmente, Chris Kalenge, un giovane ragazzo fuggito un giorno di casa all’improvviso per evitare una triste fine, rifugiatosi poi a Kinshasa – la capitale – e infine approdato in Italia per motivi di studio. “Nel cuore della guerra” è un piccolo prezioso libro in cui racconta la propria esperienza di vita durante quei tragici anni – 1996, 1998 – in cui fu costretto a lasciare dimora e affetti, a Bukavu, il suo luogo di residenza, per salvarsi letteralmente la vita. L’esercito ribelle, deciso a scardinare il governo ufficiale senza mezzi termini, ha costretto Kalenge ad attraversare boschi e foreste a piedi, per centinaia di chilometri, per non farsi catturare e uccidere. Ogni volta che viene fermato da qualche soldato, ci racconta, la sua esistenza è condotta sul filo del baratro: spesso solo la sorte riesce a salvarlo. Le peripezie non finiscono quando arriva a Kinshasa. Dopo poco tempo anche qui è costretto ad assistere a crudeli atrocità: soldati arsi vivi, gente affamata, sguardi pieni di paura.

La testimonianza di Kalenge è rara, e aiuta a comprendere meglio quale sia la reale situazione dell’Africa, ancora oggi sfruttata e ricordata solamente quando rientra nei piani economici dell’Occidente. Oggi Kalenge dopo aver ottenuto il diploma di ingegneria elettronica in Algeria e aver collaborato con la ONG italiana CISP, e aver ottenuto un master a Pavia su collaborazione e sviluppo, organizza conferenze sulle crisi umanitarie, e mette la sua esperienza a disposizione di chiunque voglia conoscere la verità della sua terra.