INFORMAZIONE
CULTURALE
Settembre 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5426
Articoli visitati
4424568
Connessi 9

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
27 settembre 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

La sapienza degli ultimi (San Paolo, Cinisello Balsamo, 1992)

ESPERIENZE DI IMPEGNO SOCIALE NELLA LOTTA ALLA POVERTA’

L’esempio di Amintore e Mariapia Fanfani
venerdì 1 febbraio 2013 di Carlo Vallauri

Argomenti: Personaggi famosi/storici
Autore del Libro : Mariapia Fanfani


Segnala l'articolo ad un amico

Se molto nota è, a livello internazionale, l’attività culturale e politica svolta da Amintore Fanfani, meno noto è il ruolo svolto da Mariapia Fanfani nel campo delle innumerevoli organizzazioni – anch’esse a livello internazionale – operanti per contribuire al potenziamento della solidarietà e delle missioni umanitarie. Adesso troviamo entrambi i nomi uniti quali autori del libro La sapienza degli ultimi (San Paolo, Cinisello Balsamo, 1992).

Quanto al primo si può ricordare l’influenza esercitata dalla diffusione del pensiero sociale rivolto alla ricerca delle vie migliori per far conoscere l’impegno diretto ad assicurare una sempre più ampia partecipazione agli sforzi della politica rivolta a procurare più salde strutture a difesa della parte delle popolazioni più sacrificate.

Persino il presidente Kennedy affermò di essere stato sospinto allo svolgimento di un impegno attivo nella vita sociale pur di assicurare interventi capaci di rimuovere le maggiori ingiustizie proprio dalla lettura di un libro di Fanfani. L’allora studioso di economia e non ancora politico negli anni Trenta aveva infatti affermato la necessità di mettere in atto riforme in grado di aprire possibilità ad un maggior sviluppo di giustizia sociale, superando preconcetti conducenti alla accettazione del corso dei mercati come naturalmente si svolgono e attivando invece l’iniziativa pubblica per correggere i mali della società. E queste idee si riallacciano ai suoi primi scritti quando esaltava la socialità del lavoro e l’esigenza di “colloquio” con i poveri per favorire la loro progredente emancipazione.

JPEG - 10.3 Kb
Maria Pia Fanfani

Adesso è Mariapia a pubblicare questo libro, che riprende e sintetizza la visione che ha guidato entrambi i coniugi, nella diversità dei rispettivi percorsi umani, e quindi tiene a contrassegnare l’attività di Amintore quale studioso di economia ed esponente politico, particolarmente proteso a sostenere le riforme (come quella agraria in Italia nell’immediato dopoguerra) e a favorire il rinnovamento del paese ad opera dei governi democratici, particolarmente nei governi di centro-sinistra (pur se osteggiati all’interno del suo stesso partito).

E in quanto “viaggio nel cuore dei poveri” (come reca il sottotitolo del libro) viene illustrata la successione delle azioni concrete compiute per il progresso civile ed economico dell’Italia: aspetti e caratteri dell’azione svolta da Amintore, cui si aggiunge la continuità dell’azione di Mariapia attraverso varie associazioni (per la pace e a favore della Croce Rossa) che hanno contribuito a diffondere valori di solidarietà e carità. Forse solo “piccoli” apporti a problemi tanto più grandi, ma da apprezzare non solo per l’anima del volontariato nelle campagne contro la povertà ma anche per i risultati conseguiti. Ecco quindi una azione documentata senza falso populismo per sostenere la difesa dei meno fortunati nelle lotte per liberare dalla fame e dalla miseria.