INFORMAZIONE
CULTURALE
Agosto 2020



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5379
Articoli visitati
4405169
Connessi 3725

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
14 agosto 2020   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

Chi ha vinto e chi ha perso in Sicilia

Una analisi attenta dei risultati al di là delle dichiarazioni trionfalistiche dei vari politici
giovedì 8 novembre 2012 di Pietro Rasulo

Argomenti: Attualità
Argomenti: Opinioni, riflessioni
Argomenti: Politica


Segnala l'articolo ad un amico

Prima di fare qualsiasi analisi e considerazione sul voto ritengo mostrare innanzitutto i risultati numerici delle principali liste, riportati nella la tabella di raffronto fra le elezioni regionali siciliane del 2008 e quelle attuali dell’ottobre 2012.

Partiti e movimenti Risultati votazioni del 2012 in %

Risultati votazioni del 2008In %

10000000000000E1000000E0F8603C4A 13,4 18,8
10000000000000E1000000E19162CE88 12,9 33,4
10000000000000DF000000E288C1A912 10,8 12,5
100000000000004F0000005077336B84 9,6 14,0
1000000000000106000000C038B57404 3,5 3,4
10000000000000BD0000010B859BDE3C 3,5 4,9
10000000000000E1000000E15248F64C 14,9 1,7

Questi sono i numeri duri e puri.

Allora vogliamo rivedere il significato della parola vittoria?

Per me vittoria vuol dire avere ottenuto più voti delle elezioni precedenti; ebbene alla luce di questa definizione c’è un solo vincitore il Movimento 5 stelle e i numeri dicono anche che è il primo partito in Sicilia.

100000000000012C000000C8AACCC737Come al solito ci sono state e ci saranno dichiarazioni di vittoria da parte di tutti i leader, amplificate e supportate dalla stampa amica. Non è che io voglia fare, come al solito, il bastian contrario; ma lo scopo per cui scrivo su questa rivista è per esprimere ai lettori sempre e comunque la verità dei fatti, secondo il mio punto di vista. Io ovviamente ho le mie opinioni ma cerco di avere l’onestà intellettuale di basare queste opinioni sui fatti realmente accaduti e non sulle favole raccontate in TV dai soliti imbonitori.

Ebbene l’altro fatto fondamentale, al di là dei numeri sopradetti, è che il 52,6 % della popolazione non è andata a votare. Non so se vi rendete conto del significato di questa astensione. Ma non sarà forse che dopo tantissimi anni di malapolitica e cattiva amministrazione la gente è arcistufa della situazione?

Secondo voi i partiti politici, al di là delle dichiarazioni di rito, stanno facendo qualcosa per invogliare la gente ad andare alle urne?

Io dico di NO anzi perpetuano le solite litanie e non fanno assolutamente niente per cambiare questo stato di cose.

- Avete visto la riduzione del numero dei parlamentari o delle loro retribuzioni? ,L’abolizione seria delle provincie? ,
- Avete visto la riduzione delle retribuzioni dei manager pubblici?L’elenco delle cose non viste potrebbe prendere almeno 20-30 pagine, allora ve lo risparmio.

Non vi risparmio invece quali sono le mie opinioni alla luce di questi risultati.

10000201000000C8000001137560468FEbbene io credo che questa situazione sicula si potrebbe riproporre, magari amplificata, a livello nazionale, dopo le votazioni di aprile. Allora, per evitare che l’Italia diventi ingovernabile, occorrerebbe fare subito alcune cose significative che valgono a livello nazionale ma si potrebbero riproporre adesso anche per la Sicilia.

- La prima: smetterla di dire che il voto al Movimento 5 stelle è un voto di protesta, i suoi eletti infatti, cittadini normalissimi e niente affatto stupidi o incolti come qualcuno li dipinge, non vogliono protestare manco per niente, vogliono semplicemente occuparsi in prima persona della cosa pubblica.

Questo mi sembra legittimo visto il fallimento totale della classe politica e dei partiti in generale. Se qualche politico avesse da obiettare si guardi il debito pubblico italiano.

- La seconda: rendersi finalmente conto che l’Italia è un paese di progressisti e moderati ed è quindi solo dall’unione di queste due anime che si costruisce il futuro del nostro paese.

Infatti l’unione fra PD e UDC ha reso possibile esprimere un presidente della regione e penso renderà possibile la elezione di un presidente del consiglio ad Aprile prossimo.

Tutti dicono che la Sicilia è un laboratorio sperimentale di soluzioni che potrebbero essere poi applicate a livello nazionale, io sono fermamente convinto di questo come sono anche convinto che il neo eletto presidente della regione, Rosario Crocetta, saprà governare la Sicilia in una maniera molto innovativa e avvalendosi anche dell’appoggio sui singoli provvedimenti dei cittadini eletti nel Movimento 5 stelle.

JPEG - 12.5 Kb
Rosario Crocetta

Infatti al di là delle dichiarazioni di Cancelleri di M5S: “.. siamo zitelle e non ci alleiamo con nessuno,” alla fine se all’assemblea parlamentare arriveranno proposte che fanno l’interesse dei cittadini il Movimento certamente le voterà. Tutto alla luce del sole e senza inciuci sottobanco come è avvenuto fino ad ora, questa è la linea tracciata da Crocetta.

Dalle due considerazioni precedenti, a mio modo di vedere, ne scaturisce un terza:
- muoversi nella direzione giusta ponendo al centro dell’agenda politica il lavoro e l’attenzione massima verso le nuove generazioni.
Si potrà così finalmente portare questa nostra nazione ad un livello simile a quello della Germania e Francia, anche perché questo è senza dubbio alla nostra portata e nelle nostre possibilità.

La direzione giusta la dovranno tracciare i due partiti PD e UDC avvalendosi della collaborazione dei cittadini eletti nel movimento 5 stelle. Ovviamente questa collaborazione se la dovranno guadagnare.

Io non considero affatto M5S un movimento di guastatori o addirittura, come dice qualcuno, di aggressori. Lo considero per quello che è: un movimento di cittadini che, grazie alla sponsorizzazione di Grillo, possono finalmente far sentire la loro voce. Penso anche che i cittadini che arriveranno in parlamento porteranno una ventata di aria nuova e certamente più pulita di quella che aleggia adesso nel nostro parlamento dove vi sono ben cento indagati.

Mi auguro che PD e UDC facciano i passi giusti, me lo auguro per loro, altrimenti verranno travolti dall’astensionismo e dai cittadini del Movimento 5 stelle. 10000000000001BB000000EFBEB6E4FEPer essere più chiaro io mi auguro che anche a livello nazionale una alleanza PD e UDC possa avere la maggioranza alle prossime elezioni e possa governare avvalendosi dell’appoggio del Movimento 5 stelle.

Questo appoggio va cercato perché rappresenta le istanze di numerosi cittadini stufi della vecchia politica.

Per fare questo ci vuole molta autocritica da parte di questi due partiti ed un serio impegno a voltare pagina.

- Basta proclami, solo fatti concreti e solo cose possibili da realizzare, basta ladri di stato fra le loro fila,
- Basta privilegi: pensioni a gogò, auto blu, retribuzioni eccessive e quant’altro.

Se questa dura lezione, impartita alla classe politica dal voto in Sicilia, verrà compresa, penso che le cose potranno migliorare, altrimenti un grosso in bocca al lupo a questi due partiti e soprattutto al popolo italiano.