INFORMAZIONE
CULTURALE
Dicembre 2019



HOME PAGE

ARCHIVI RIVISTA

Articoli on-line 5137
Articoli visitati
4218127
Connessi 15

INDICE GENERALE
INDICE MENSILE
EDITORIALE
RUBRICHE
PASSATO E PRESENTE
EVENTI
ITINERARI E VIAGGI
PARERI LEGALI
COSTUME E SPETTACOLI
QUADRIFOGLIO
TERZA PAGINA
LETTURE CONSIGLIATE
CULTURA
SCIENZA E DINTORNI
FILATELIA
LIBRI RECENSITI
AUTORI
Argomenti

Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
SITI AMICI

a cura di
Silvana Carletti (Dir.Resp.)
Carlo Vallauri
Giovanna D'Arbitrio
Odino Grubessi
Luciano De Vita (Editore)
On line copyright
2005-2018 by LDVRoma

Ultimo aggiornamento
5 dicembre 2019   e  



Sito realizzato con il sistema
di pubblicazione Spip
sotto licenza GPL

La pietra del mese di novembre

Topazio
sabato 3 dicembre 2011 di Odino Grubessi



Segnala l'articolo ad un amico

Gli Egiziani credevano che il topazio ricevesse il colore direttamente dal bagliore dorato del potente Ra, Dio del Sole. Questo rese il topazio un amuleto di grande potere .....

La pietra del mese di novembre

Topazio

Si perde nella notte dei tempi la credenza che Gioielli e Pietre Preziose abbiano un’origine divina, e che quindi siano dotati di misteriosi e prodigiosi poteri, trasformino la vita di chi li porta con sé, dispensando gioie, salute, fortuna, oltre che eleganza e seduzione. Secondo una vecchia credenza popolare che risale ai tempi dell’antica Babilonia, il fatto di portare ogni mese una pietra differente permetteva alla persona di possedere le virtù di ognuna di queste.

JPEG - 19 Kb
Fig. 1- Sinfonia di topazi

Le pietre zodiacali

JPEG - 24.2 Kb
Fig. 2 - Le gemme del mese

Ad ogni segno zodiacale e ad ogni mese [Fig. 2] sono associate delle pietre, le quali servono per allontanare le negatività create da situazioni della vita comune.

Gennaio - Granato - Febbraio - Ametista
Marzo - Acquamarina - Aprile - Diamante
Maggio - Smeraldo - Giugno - Perla
Luglio - Rubino - Agosto - Peridoto
Settembre - Zaffiro - Ottobre - Opale - Tormalina
Novembre - Topazio - Dicembre - Turchese

Topazio

Per alcune fonti il nome deriva da un’isola nel mare Rosso, Topazos, per altri deriva dal sanscrito tupaz che significa fuoco.

Nell’antichità ci su una gran confusione perche praticamente tutte le pietre di colorazione gialla o giallo - brune erano chiamate Topazi, ma anche quelle giallo-verdi come appunto le Olivine.

1 – Introduzione

Il topazio Al2(OH,F)(SiO4) é un silicato di alluminio contenente fluoro e alluminio.

Si presenta facilmente in cristalli prismatici piuttosto tozzi o allungati, talora con facce terminali caratteristiche.

Normalmente semiopaco bianco o giallino pallido, il topazio può assumere tutte le colorazioni fra il giallo il rosso e il marrone, dal giallo oro ambrato del buon cognac, il giallo erubescente della pesca, e tutte le tonalità calde fra il marrone e l’arancione. Alcuni rari topazi eccezionali hanno tonalità dal rosa pallido fino al rosso sherry. Recentemente sono stati scoperti, nel distretto di Mardan in Pakistan, topazi violetti.

JPEG - 8.9 Kb
Fig. 3 - Topazi gialli

Il topazio giallo [ Fig. 3] è la varietá più nota e più usata in gioielleria. Le gemme migliori provengono da Ouro Preto nel Minas Gerais in Brasile i suoi colori variano dal giallo dorato , giallo aranciato , giallo bruno molto luminoso e giallo rosato, tutte tinte caratteristiche ben riconoscibili fra le gemme gialle. Le gemme più belle sono il Topazio imperiale rosso, Topazio imperiale Sherry, Topazio imperiale rosa, Topazio azzurro.

2 – Breve Storia

Gli Egiziani credevano che il topazio ricevesse il colore direttamente dal bagliore dorato del potente Ra, Dio del Sole. Questo rese il topazio un amuleto di grande potere che proteggeva dal dolore.

I greci ritenevano avesse un potere soprannaturale, quello di donare forza e rendere invisibile chi lo portava, in momenti di particolare pericolo I Romani associavano il topazio a Giove, il loro Dio del Sole.

Il topazio fu la seconda gemma del Razionale ed il non fondamento della Città di Dio: essa rappresentò il Patriarca Simone della tribu di Israele. Nell’antichità si credeva che il topazio migliorasse la vista. Si diceva anche che il Topazio cambiasse colore in presenza di cibo o bevande avvelenate.

Secondo le tradizioni medioevali, un topazio in un bracciale, portato al braccio sinistro, protegge dal malocchio.

I suoi poteri mistico-curativi cambiavano con le fasi lunari. Veniva impiegato nella cura dell’insonnia, dell’asma e delle emorragie. Affinché sviluppi al meglio i suoi poteri, la pietra deve essere incastonata nell’oro. Così chi la indossa diventa saggio, immune da paure e fantasmi.

3 – Provenienza

Il topazio si forma principalmente in rocce plutoniche e vulcaniche di tipo acido ossia ricche in silicio e fluoro, più raramente nelle rocce metamorfiche.

Le condizioni di formazione variano dalle alte temperature delle condizioni magmatiche, a quelle intermedie della fase pegmatitica, fino a quelle più basse della fase idrotermale.

Sembra che nelle pegmatiti prevalgano i cristalli delle varietà incolori, azzurra e con colorazioni giallo-brune molto chiare, mentre i bei campioni di topazio dorato e quelli rosa, si formerebbero principalmente nelle successive fasi di solidificazione magmatica, entro fessure o geodi delle rocce incassanti, in cui si accumulano i fluidi residuali del processo di cristallizzazione dei magmi. [Fig. 4 - 5]

La Terra dei topazi e senza dubbio il Brasile, ove nel Minas Gerais sono stati trovati enormi cristalli limpidi del peso fino a due quintali da cui si ricavano migliaia di carati di gemme.

JPEG - 18 Kb
Fig. 4 - Topazi di vari colori
JPEG - 24.1 Kb
Fig. 5 - Topazi di vari colori

Altri giacimenti si trovano in Afghanistan, Australia, Cina, Giappone, Madagascar, Messico, Birmania, Namibia, Nigeria, Pakistan, Russia, Sri Lanka, Ucraina, Stati Uniti e Zimbabwe.

4 – I topazi celebri celebri

Si ritiene che il Topazio più famoso sia un esemplare gigante che si trova nella Corona Portoghese, la “Braganza”, che per molto tempo si credeva fosse un diamante. Esiste anche un magnifico topazio nel Green Vault a Dresda, una delle più importanti collezioni di pietre preziose al mondo.

Il Topazio si può trovare in dimensioni straordinariamente grandi. Nel 1964 alcuni topazi blu furono rinvenuti in Ucraina ed ognuno pesava 100 kg.

Stupendi campioni naturali sono esposti al Museo di Storia Naturale di New York.

JPEG - 12.9 Kb
Fig. 6 - Topazio azzurro
JPEG - 16.4 Kb
Fig. 7 - Topazio Imperiale

Allo Smithsonian Institution di Washington espone topazi tagliati: qui si trovano le gemme più grandi un topazio azzurro di 3.273 ct e uno giallo di 7.725 Il Smithsonian Institution di Washington D.C. i e ciascuno pesa diverse migliaia di carati , tra cui un topazio sfaccettato dal peso di 22,892.50 carati, il più grande topazio giallo, tagliato e sfaccettato, al mondo.

All’Istituto di Mineralogia di Firenze ci sono due topazi di 300 e 140 Kg.

5 – Trattamenti

Verso la metá del XVIII secolo un gioielliere parigino scoprì che i topazi aranciati cambiano colore se sottoposti a forte riscaldamento, questa variazione di colore si verifica a 450°C dove le gemme tendono a scolorire e a temperature superiori ai 500°C il colore si trasforma in rosa salmone o in rosso violaceo in funzione della colorazione originale e della composizione chimica. Negli ultimi anni si sono trattati i topazi incolori con acceleratori di elettroni per ottenere pitre di colore blu intenso finora mai trovate in natura.

JPEG - 6.3 Kb
Fig. 8 - Anello con topazio azzurro
JPEG - 6.8 Kb
Fig. 9 - Anello oro e topazio imperiale
JPEG - 4.4 Kb
Fig. 10 - Anello con topazio imperiale e azzurro

A tutto ciò si deve aggiungere la pessima abitudine di molti commercianti, fino a tempi recenti, di chiamare topazi molte gemme che nulla hanno a che fare col topazio, come gli spinelli - topazi orientali - , i quarzi - topazi Fumè o topazi citrini - o addirittura gemme sofisticate come le ametiste sottoposte a riscaldamento - topazio aureo - topazio Madera e topazio Palmyra.

Un nuovo processo di miglioramento, altamente tecnologico, da applicare alle pietre incolori come il Topazio ha creato una nuova varietà chiamata "Topazio Mistico".

JPEG - 27.8 Kb
Fig. 11 - Topazio azzurro irradiato

Si parte sempre dal topazio incolore. Per trasformare un topazio

JPEG - 7.7 Kb
Fig. 12 - Topazio mistico

incolore di buona qualità e che, ad occhio nudo, risulti privo d’intrusioni, in Topazio Mistico, si ricorre ad un processo altamente tecnologico che si basa sulla deposizione di film sottili.

Il topazio tagliato e lucidato viene rivestito con una pellicola estremamente sottile di titanio. Il risultato è un incredibile effetto arcobaleno che lo differenzia immediatamente rendendolo unico e raffinato. Il trattamento è duraturo nel tempo, è resistente nonostante lo spessore della pellicola sia di solo qualche micron.

Anche se realizzato con cura questo trattamento non rientra nei trattamenti ammessi per il miglioramento delle gemme universalmente accettato.