Rubrica: COSTUME E SPETTACOLI

ANDREA CASTA E IL SUO VIOLINO

In vetta a 3000 metri
venerdì 3 gennaio 2020

Argomenti: Arte, artisti

Andrea Casta e il suo violino sale in vetta al Presena a 3000 metri per una versione mozzafiato di Heaven di Avicii Prossimo appuntamento all’Ice Music Festival dove il musicista suonerą un violino di ghiaccio con il suo celebre archetto luminoso

Comunicato stampa Andrea Casta e il suo violino sale in vetta al Presena a 3000 metri per una versione mozzafiato di Heaven di Avicii Prossimo appuntamento all’Ice Music Festival dove il musicista suonerą un violino di ghiaccio con il suo celebre archetto luminoso

2 gennaio 2020 - Per dare il benvenuto al 2020, il violinista internazionale Andrea Casta č salito in vetta ai 3100 metri del ghiacciaio Presena, scenario perfetto per realizzare le riprese mozzafiato della cover strumentale di Heaven, successo postumo di Avicii, affidandosi nuovamente ai film-maker Ervin e Loren Bedeli, che gią avevano firmato Birth, ultimo episodio del suo progetto inedito The Space Violin Project.

Il videoclip in pochi giorni, tra facebook, instagram e youtube ha raggiunto gią 50.000 views.

Da ex-atleta con la passione per la montagna e gli sport invernali, Casta, di origini bresciane, che prima di dedicarsi alla musica su quelle montagne aveva esordito come atleta di sci alpino arrivando a ottimi livelli internazionali, come ambientazione del suo videoclip ha scelto il ghiacciaio Presena, la montagna di casa che fa parte del comprensorio Pontedilegno-Tonale, tra le province di Brescia e Trento, che l’ospiterą il 9 gennaio per un concerto inedito in occasione della presentazione della seconda stagione dell’Ice Music Festival.

L’evento, ideato e realizzato dall’artista americano Tim Linhart insieme a un team locale, si svolgerą a 2.600 metri di altitudine in un magico teatro di ghiaccio con 300 posti a sedere, esclusivamente ad inviti, ottenuto dall’insieme di 4 igloo.

Altra grande attrazione della kermesse sono gli strumenti interamente realizzati in ghiaccio che suonano perfettamente, anzi, con una sonoritą tutta da scoprire. Per l’occasione Casta suonerą il violino di ghiaccio con il suo celebre archetto luminoso, e verrą accompagnato dall’orchestra residente. A questa occasione seguirą, per tutto l’inverno un nutritissimo calendario di concerti dalla musica classica al jazz al pop, con altri artisti di fama internazionale alle prese con gli strumenti di ghiaccio.

Andrea Casta chiuderą il 2019 con all’attivo quasi 200 concerti in tutto il mondo e tantissime produzioni di contenuti video e musicali realizzati per la sua crescente comunitą di fan alternando le avventure fantascientifiche nei panni del suo alias Commander AJ e le cover strumentali di successi pop e dance.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore