Rubrica: PARERI LEGALI

NELLA SEPARAZIONE IL DISOCCUPATO PUO’ ESSERE CONDANNATO AL MANTENIMENTO DI MOGLIE E FIGLI?

Famiglia
mercoledì 17 gennaio 2018

Argomenti: Diritto

Lui ha una nuova compagna e solo grazie all’aiuto di lei tira avanti: le prove sono le dichiarazioni fiscali dalle quali si evince l’assenza di reddito e l’attestazione da parte del centro per l’impiego della ricerca di lavoro e dello stato di disoccupazione.

Provata l’indisponibilità finanziaria, una pronuncia in relazione al mantenimento della ex e dei figli potrebbe apparire improbabile, ma non è così.

Infatti l’obbligo dei genitori di concorrere al mantenimento dei figli non può essere eliminato per il solo fatto della disoccupazione e ben può essere fissato in misura sostenibile sulla base delle capacità lavorative del genitore e della possibilità di reperire occupazione retribuita anche saltuaria.

Certo non ci si può limitare a valutazioni astratte o ipotetiche, ma è indispensabile considerare ogni fattore concreto, sia individuale che ambientale.

Così ad esempio se lui è giovane in salute e ha “una professionalità sempre richiesta, quale quella dell’idraulico, settore che non conosce crisi”, il giudice può presumere che questi svolga lavoro “in nero” o disponga di pregressi “accantonamenti” o comunque possa bene “adattarsi a reperire altro lavoro”.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore