Rubrica: COSTUME E SPETTACOLI

MARE MORTO: FONTE DI SALUTE E DI BENESSERE

Secondo alcuni, si tratta di un lago destinato a sparire.
martedì 21 novembre 2017

Argomenti: Natura

Fin dai tempi remoti, le acque salate di questo mare che si trova 400 metri al di sotto del livello naturale, forniscono elementi curativi non indifferenti per varie malattie quali la psoriasi, l’artrite e la vitiligine.

La grande salinità delle sue acque dipende dal clima desertico e assolato e dalla sua forma circoscritta che, anticamente, era divisa in due parti e che ora si è ulteriormente ristretta.

Secondo gli scienziati, non vi potrebbero sopravvivere specie animali, nonostante la presenza di sali minerali benefici quali il potassio, il magnesio e la bromina e il bitume.

Il clima della zona è torrido e, nella stagione estiva, raggiunge i 40°, mentre, nelle altre stagioni si mantiene mite. II raggi solari, protetti da una costante nebbiolina, favoriscono l’abbronzatura e le cure relative, senza radiazioni pericolose per la pelle.

Tutto intorno, sorgono stabilimenti termali, centri benessere e altro ancora per favorire il turismo salutista che può usufruire di acque solfuree, bagni di fango, piscine contenenti l’acqua marina che aiutano a migliorare le forme di artrosi in modo assolutamente naturale.

Anche per la vitiligine che ancora non riesce a trovare soluzioni soddisfacenti, le cure con le acque del Mar Morto hanno dato risultati soddisfacenti.

Come appare evidente, la natura può fornirci rimedi quasi “magici”, evitandoci ricorsi a farmaci ed interventi che, a volte, peggiorano il nostro stato di salute generale.

Purtroppo, non a tutti è permesso di potersi recare nel Medio Oriente per immergersi nelle acque di questo lago prodigioso che resta, comunque, un fenomeno naturale di enorme importanza.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore