Rubrica: Note redazionali

ITALO CARLO SESTI

sabato 27 ottobre 2007

SCENA ILLUSTRATA ha rappresentato fin dal lontano 1865, data della sua fondazione, l’espressione della migliore cultura ed informazione italiana.

Tuttora, difende i valori della tradizione giornalistica e promuove la conoscenza del mondo, delle operose attività più qualificate, intellettuali e morali delle sue genti.

Pertanto, questa prestigiosa e antica Rivista, costituisce un patrimonio di storia attraverso uno spaccato vivo della vita reale di tutti i popoli della terra dalla seconda meta dell’Ottocento a tutt’oggi.

I suoi reportage, le sue firme di ieri : da Giosué Carducci, Edmondo De Amicis, Carlo Bertholet, Henry Kistemaekers, Paolo Mantegazza, Giovanni Verga, Giulio Claretie, Enrico Corradini, Renato Fucini ad Alfonso XIII re di Spagna, Louis Barthou, Gabriele D’Annunzio, Roberto Bracco, Camillo Flammarion, G. Clemenceau, Francesco Crispi, Antonio Fogazzaro, ecc. , ribadiscono l’orientamento della pubblicazione oscillante tra il gusto per la classicità e l’adesione al verismo, pur non rifiutando di seguire l’evolversi delle nuove correnti letterarie e culturali.

Le sue interessanti fotografie ci hanno e ci insegnano ad amare la vita e a viverla con etica e onesta, come una missione. In questo contesto si inseriscono quei valori umani, civili e del lavoro che contribuiscono al progresso scientifico, tecnico, filosofico, letterario, artistico e del bene comune.


Il dr. Carlo Sesti è stato Direttore e Proprietario della rivista stampata dal 1960 al 2003. L’ultino numero stampato e del settembre 2003. Il dr. Sesti è deceduto l’anno seguente



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore