Rubrica: SCIENZA E DINTORNI

8 Marzo: riflessioni di una donna

sabato 18 marzo 2006

Argomenti: Celebrazioni/Anniversari

Ore 06,30: Sveglia- Mio marito si sente assonnato in quanto la riunione di lavoro di ieri sera è finita alle ore 01,30. Anch’io ho partecipato in quanto collaboro con lui (no-profit).
- Mio marito “ Aiutami a trovare i vestiti, la borsa, le altre carte perché sono in ritardo, devo andare a lavorare”. A me rimangono solo i “mestieri” di casa (la mia casa è grande...)

Ore 10,00: Mi reco presso l’Associazione di volontariato in cui opero per l’assistenza agli indigenti.
- “Buongiorno signora!”
- “Ciao Claudia” (Claudia è una ragazza di 29 anni, intelligente e vivace, laureata in Giurisprudenza, che fa l’impiegata part-time nell’associazione di volontariato, perché non trova lavoro).
- Arriva Hassan con la sua famiglia per chiedere una culla, un passeggino per il suo terzo nascituro (lui lavora saltuariamente).
- La moglie, con il velo fino agli occhi, un cappotto fino ai piedi che non cela la sua avanzata gravidanza, cammina sempre qualche passo dietro di lui, non parla. Mi rivolgo a lei chiamandola “signora” e i suoi splendidi occhi neri si spalancano quasi meravigliati.
- Sorella, hai tutta la mia solidarietà...

Ore 11,00: Telefona Anna, è un’anziana signora e mi chiede in modo molto dignitoso dei viveri, non riesce ad arrivare a fine mese con la pensione sociale. Da giovane lavorava nei campi, un lavoro massacrante, retribuito poco, senza il pagamento dei contributi sociali...

Ore 12,00: “Ciao mamma, come va?” E’ mio figlio, ormai ha l’età in cui si sta staccando dal nido...

Ore 13,30: Mangio un panino così non cucino; stendo il bucato, penso che si dovrebbe fare un monumento a chi ha inventato la lavatrice, il termosifone, la cucina a gas. Ricordo il paiolo sul fuoco nel camino di mia nonna...

JPEG - 10.9 Kb
dal Calendario delle Casalinghe 2003

Ore 15,00: Spesa - Al supermercato trovo la mia amica e collega con cui ho lavorato per 39 anni. Non può fermarsi a dire due parole, perché deve accompagnare il nipotino a pallavolo...

Ore 17,00: Stiro un po’ e intanto preparo la cena.

Ore 19,30: Rientra la mia metà del cielo: è stanco per il lavoro fatto. Ceniamo; alla televisione nel quiz serale le donne vallette più che altro servono come manuale di anatomia.

Ore 20,30: Ho rigovernato, sento il Telegiornale, leggo il giornale (i due mass-media hanno caratteristiche differenti e a volte raccontano cose diverse).

Ore 22,30: Sono un po’ stanca, vado a letto a leggermi finalmente un libro

Giornata della donna???

P.S. Non mi piacciono le mimose, appassiscono subito. Le donne no, sono guerriere silenziose, belle ad ogni età.



Diritti di copyright riservati
Articolo non distribuibile su alcun media senza autorizzazione scritta dell'editore